Sebastian Vettel risponde alle tante critiche dopo il GP del Bahrein e inizia con il piglio giusto il weekend in Cina, terzo round del Mondiale di F1 2019. Sul tracciato di Shanghai il tedesco è stato il più veloce con il crono di 1’33″911, l’unico capace di infrangere la barriera dell’1’34”. Una prestazione di grande valore, se si pensa che Seb ha sfruttato le gomme medie (C3) e non quelle più morbide a disposizione delle squadre. Un risultato che, quindi, dà merito all’ottimo lavoro svolto dai tecnici ferraristi in questa prima sessione. C’è da dire che il tempo di Seb è molto simile a quello ottenuto dal britannico Lewis Hamilton su Mercedes l’anno passato nelle libere 1 (1’33″999).
Tornando all’attualità, Lewis ha concluso immediatamente alle spalle del suo rivale, a 0″207 ma girando con le mescole C4 (morbide) e quindi avendo un vantaggio in termini di aderenza. Questo, quindi, fa pensare che la SF90 sia avanti per quanto si è evidenziato in questo turno. Una sensazione rafforzata anche dal terzo posto del monegasco Charles Leclerc, a 0″256 dal vertice ed anch’egli avendo girato con le medie. Pertanto si può sorridere in casa del Cavallino Rampante, anche se è giusto rimanere con i piedi per terra visto che si parla solo delle PL1. Seguono la Red Bull dell’olandese Max Verstappen (+0″423) e l’altra Mercedes del finlandese Valtteri Bottas (+0″742). RB15 convincente nella simulazione della qualifica, nel confronto con le Frecce d’Argento, ma non altrettanto sul passo gara. Anche in quest’ultimo caso Vettel e Leclerc hanno lasciato intuire un grande potenziale, pur avendo completato un numero di giri inferiore rispetto ai rivali in questo caso.
GP Cina
Prestazioni, strategie, tensioni: la Ferrari è un rebus, Mondiale già in salita
15/04/2019 ALLE 08:24
Scorrendo la top-10 troviamo un redivivo Daniel Ricciardo (Renault) a 1″328 (C4), l’altra Red Bull del francese Pierre Gasly a 1″517 (C3), la Toro Rosso del russo Daniil Kvyat a 1″536 (C3), la Racing Point del canadese Lance Stroll a 1″555 (C3) e la Haas del francese Romain Grosjean a 1″597 (C4). Più indietro l’Alfa Romeo Racing del finlandese Kimi Raikkonen in quindicesima posizione a 1″720 (C4) mentre problemi tecnici per Antonio Giovinazzi che non ha potuto girare ed è stato costretto a perdere l’intera sessione.
giandomenico.tiseo@oasport.it
GP Cina
Le pagelle del Gran Premio: perfetto Hamilton, super Mercedes; Ferrari ancora battuta
14/04/2019 ALLE 08:40
GP Cina
Hamilton fa il bis nel dominio Mercedes: Bottas secondo, Vettel terzo e lontano
14/04/2019 ALLE 05:53