Si tolgano i veli. Il 5 dicembre, a Jeddah, andrà in scena il GP d’Arabia Saudita, sede inedita del calendario del Mondiale 2021 di F1 (penultimo round).Gli organizzatori della prova iridata hanno rivelato le caratteristiche del circuito (6,175 km): una pista che sarà la seconda più lunga dell’intero panorama del Circus dopo quella di Spa-Francorchamps in Belgio e il “cittadino” più lungo e veloce.
Un tracciato con lunghi rettilinei e sezioni di alta velocità tali da portare a un range velocistico medio sul giro di circa 250km/h, con la possibilità che vi siano tre zone DRS separate per agevolare le manovre di sorpasso. La parte più veloce del circuito dovrebbe essere quella con “l’infinito rettilineo” che porta all’ultimo curvone a sinistra (curva-27), dove si potrebbero raggiungere i 322 km/h prima della frenata.
GP Emilia Romagna
Imola, da Senna a Schumi: gioie, dolori e leggende
12 ORE FA
Un totale, dunque, di 27 curve, su di una pista sorta nelle vicinanze del lungomare di Jeddah, da percorrere in senso antiorario. Da questo punto di vista l’amministratore delegato della F1 Ross Brawn si è espresso così: “E’ sempre molto emozionante scoprire il layout di un nuovo tracciato ed il Jeddah Street Circuit non ha eccezione. Abbiamo lavorato a stretto contatto con il team di Tilke e con il promoter per essere certi di avere una pista che possa offrire gare emozionanti per i fan e grandi sfide per tutti i piloti. Il design mette in evidenza il meglio di un moderno circuito stradale, ma ha anche aree a scorrimento libero che creeranno velocità elevate e opportunità di sorpasso. Lo scenario è incredibile, sul Mar Rosso, e non vediamo l’ora di vedere le auto in pista a dicembre” (fonte: Motorsport.com).

Ferrari, Mercedes, Red Bull: le macchine del Mondiale F1 2021

GP Emilia Romagna
Wolff: "Sono fiducioso che Hamilton rimarrà con noi"
16 ORE FA
GP Emilia Romagna
Carlos Sainz Jr e il consiglio del padre: "Mangia o sarai mangiato"
16 ORE FA