Amarezza e incredulità. Sono questi gli stati d’animo di Max Verstappen al termine del GP di Arabia Saudita, penultimo round del Mondiale 2021 di F1. Una corsa in cui le polemiche, i colpi di scena, le scaramucce e le decisioni controverse dopo un duello rusticano con Lewis Hamilton non sono mancate ma alla fine a sorridere è stato proprio l’inglese che è riuscito a trionfare in Arabia Saudita e a centrare l’impresa di agganciare in classifica generale l’olandese in classifica generale. Il titolo si deciderà ad Abu Dhabi fra sette giorni anche se nel team radio con i suoi uomini della Red Bull a fine gara traspare il rimpianto per alcune decisioni non gradite prese da Michael Masi e dalla direzione gara.
Fortunatamente i fan hanno le idee chiare sulle corse. Quello che è successo oggi è incredibile. Sto solo cercando di correre. In questo sport ormai pesano più le penalità che la corsa. Per me, questa non è la F1. Mi consola solo che i fan almeno si sono divertiti.
Dopo aver sbollito un po’ la delusione, nelle consuete interviste al parco chiuso dopo gara, l’olandese è stato leggermente più diplomatico dando così la lettura della gara e del tamponamento con LH44.
GP dell'Arabia Saudita
Hamilton vince il Gp dei veleni a Jeddah ed aggancia Verstappen
05/12/2021 A 17:09
"E’ stata una gara movimentata, sono accadute un sacco di cose e per alcune decisioni non sono d’accordo. Ho avuto problemi sul finire della corsa con le gomme, ma ho cercato di lottare fino alla fine. L’incidente con Lewis? Ho rallentato per lasciarlo passare, ma lui non voleva superarmi e alla fine mi ha tamponato. Ora si deciderà tutto ad Abu Dhabi, speriamo in un bel weekend per noi

La replica di Hamilton: "Tamponamento? Ha frenato all’improvviso, non ho capito perché..."

Di ben altro avviso Lewis Hamilton che al termine del 103° successo della sua carriera ha dato una lettura completamente differente della gara e dell’episodio chiave che è costato una penalità di 5” a Verstappen.
È stata una corsa dura, ho dovuto usare la testa e tutta l’esperienza che ho. Il tamponamento? Non ho capito perché Max abbia rallentato in quel modo, ha frenato all’improvviso in modo anomalo. Poi ho ricevuto un messaggio dal team, per spiegarmi che Verstappen voleva farmi passare. Dopo l’incidente ho controllato e non c’erano danni così ho continuato a spingere. Dal team ho avuto grande spinta, è la nostra mentalità. La penalizzazione? A me nel 2008 a Spa è successa la stessa cosa con Raikkonen, per una penalizzazione sono finito 3°. Non credo che tutta questa lotta abbia cambiato il mio modo di correre. È una battaglia dura ma sto andando avanti correndo lealmente, facendo quello che mi è concesso. Ho già detto che è una bella battaglia per lo sport tra me e Max. Dal mio punto di vista devo solo riordinare le idee e continuare a combattere”.

"Ciao Palermo, Monza is calling": Verstappen, che cavalcata

GP dell'Arabia Saudita
Direttore gara Masi: "Accordo tra team? Decidevano loro, non avevo autorità"
06/12/2021 A 13:05
GP dell'Arabia Saudita
Niente festa per Verstappen, lascia il palco dopo la premiazione
06/12/2021 A 09:47