Un E Prix di Roma ricco di spettacolo dall’inizio alla fine. A partire da pochi minuti prima dello start quando una leggera pioggia cambia le carte in tavola e obbliga ad una partenza dietro la safety car.
Dopo 5 minuti inizia la gara vera e c’è subito il primo incidente con protagonisti i due leader della corsa. Lotterer (Porsche) tenta un sorpasso avventato su Vandoorne (Mercedes): il primo finisce a muro (sarà sanzionato a fine gara), mentre Vandoorne sfrutta una via di fuga e torna in pista tredicesimo. La nuova classifica vede Rowland (Nissan) in testa ma la sua leadership dura meno di un giro per via di un drive through inflitto per utilizzo eccessivo di potenza.
Rome ePrix
Vandoorne è il pù veloce a Roma: sua la superpole
10/04/2021 A 11:36
La corsa se la giocano quindi Di Grassi e Vergne che si ritrovano in vetta. Il pilota brasiliano compatta sapientemente il gruppo con un passo di gara lento per difendersi dai mode attack di Vergne.
Il francese anticipa l’attivazione del secondo mode attack, una strategia simile all’undercut della Formula 1, passando così Di Grassi e prendendo il comando. Nel finale succede l’impensabile. Di Grassi sorpassa Vergne ma è poi costretto a rallentare per un problema tecnico. Vandoorne per evitarlo passa su un salto fuori traiettoria e finisce a muro venendo immediatamente tamponato dal compagno e leader del campionato De Vries.
La gara termina dietro alla safety car con la vittoria di Vergne e il ritiro di entrambe le frecce d’argento. Può sorridere Sam Bird che dopo la vittoria nella seconda gara in Arabia, chiude al secondo posto e si prende la leadership del campionato. Terzo il compagno Evans, seguono Frijns (Envision Virgin) e Buemi (Nissan). Domani il secondo E Prix di Roma scatterà alle 13:00.

Turvey che botto! Centra Dennis e Vergne in partenza, piloti illesi

Rome ePrix
Qualifiche bagnate, super pole a Cassidy davanti a Nato
11/04/2021 A 09:08
Rome ePrix
Vandoorne è il pù veloce a Roma: sua la superpole
10/04/2021 A 11:36