Continua senza intoppi la carriera di Chrysoberyl, tre anni che si presentava da imbattuto alla Champions Cup 2019. Già vincitore quest’anno del Japan Dirt Derby (2000 metri), era considerato uno dei favoriti: con cinque vittorie di fila, correva per centrare il sesto successo in una carriera in cui non aveva mai subito sconfitte.
E nonostante la presenza di Gold Dream, vincitore della Champions Cup 2017, è riuscito a tagliare per primo il traguardo, fermando il cronometro a 1:48,5, siglando anche il record della corsa.
“Siamo riusciti a metterci in una buona posizione dietro a Inti; inoltre Chrysoberyl ha preso subito un buon ritmo. Non è stato semplice avanzare, dovendo lottare contro Inti e Gold Dream, ma siamo riusciti a distaccarci per andare a vincere. Non è mai stato battuto e ho fiducia nel fatto che potrà continuare a crescere e diventare sempre più forte” ha detto il fantino Yuga Kawada.
Ippica
Lys Gracieux in trionfo, l’Arima Kinen 2019 è sua!
22/12/2019 A 22:57
Questa vittoria ha permesso all’allenatore Hidetaka Otonashi di vincere il suo 12° gruppo 1: l’ultimo era stato quello al Mile Championship con Indy Champ lo scorso mese.
La Champions Cup è stata conosciuta come la Japan Cup Dirt fino al 2013 e si corre all’ippodromo di Chukyo, situato tra Tokyo e Osaka. Inizialmente la versione su terra della Japan Cup è passata dall’ippodromo di Tokyo a quello di Nakayama fino a quello di Hanshin. Ora si corre appunto a Chukyo sui 1800 metri, ha una dotazione in montepremi che supera i 200 milioni di Yen (circa 1 milione e 800 mila euro) ed è aperto ai cavalli dai 3 anni in su.
La stagione autunnale giapponese è ancora ricca di impegni, tra cui la Asahi Hai Futurity Stakes (G1) in programma il 15 dicembre e la prestigiosa Arima Kinen (G1), in calendario il 22 dicembre.
Ippica
Gran Alegria domina nella Hanshin Cup 2019
22/12/2019 A 15:19
Ippica
Win Bright vince la Longines Hong Kong Cup 2019
08/12/2019 A 17:43