Gara pazzesca quella della Moto2 ad Aragon. E' successo di tutto nel decimo atto del mondiale della classe di mezzo, tra sorpassi, controsorpassi e, purtroppo, tante cadute, soprattutto degli italiani.

Partiamo dal vincitore, ancora una volta Sam Lowes. Il britannico ottiene il secondo successo consecutivo che lo rilancia in maniera veemente nella generale. Gara strana quella di Lowes, che parte alla grande, ma che soprattutto deve ringraziare gli altri per i regali ricevuti.

GP Teruel
Rossi out anche al GP di Teruel, non sarà sostituito
IERI A 09:17

Sì perché Sam vince, ma trionfa soprattutto per le cadute degli altri. Prima di tutto a cadere è Luca Marini nelle prime tornate. Disastro per il fratello di Valentino Rossi, al secondo zero consecutivo. Ritiro decisivo per il Maro che butta via la leadership nella generale. Poi a cadere sono anche Di Giannantonio e Bezzecchi, entrambi quando erano in testa. Scivolate identiche per i due, che sprecano una occasione immensa. Diggia aveva l'occasione per trionfare per la prima volta in carriera in Moto2, raddrizzando una stagione complicata. Ancora peggio va a Bezzecchi che aveva la vittoria in pugno: il Bez era saldamente in testa con un ritmo migliore di tutti, ma a tre giri dalla fine termina la sua gara nella sabbia. Poteva essere in testa al mondiale, si ritrova a -25.

Tre cadute tristi per noi italiani, ma almeno abbiamo un motivo per festeggiare. Secondo arriva un fantastico Enea Bastianini che, sfruttando le cadute degli altri, si ritrova in testa alla generale. Bravissimo Bastianini a recuperare partendo dalla 12ma piazza, super a superare Martin all'ultimo giro. 20 punti fondamentali che lo portano ad essere leader del campionato. Chiude il podio Jorge Martin.

Mondiale Moto2 apertissimo. Bastianini è primo con 2 punti di vantaggio su Lowes e 5 su Marini. Sarà un grande spettacolo da qui a fine stagione.

I momenti chiave della gara

- Pronti via e Bezzecchi si porta in testa davanti a Lowes, terzo Di Giannantonio, poi Dixon e Marini. Navarro cade in mezzo al gruppo, ma miracolosamente non viene centrato da nessuno. Diggia ne ha e passa Lowes. Bastianini nono.

- Super inizio di gara per Bezzecchi che prende qualche metro su Lowes che ritorna secondo. Terzo Di Giannantonio, poi Martin che è tornato sul alla grande, poi Dixon e Marini sesto davanti a Bastianini. Ma al quarto giro il colpo di scena: scivola a terra il fratello di Valentino Rossi.

- Sono in tre davanti: Bezzecchi, Lowes e Diggia. Quarto Martin più staccato, poi Dixon e Bastianini sesto. Settimo Gardner lontano, poi Ramirez e Roberts. Di Giannantonio ne ha e clamorosamente si porta in testa, ma clamorosamente a metà gara scivola anche lui, lasciando la prima piazza a Bezzecchi sempre davanti a Lowes.

- Martin e Bastianini provano ad avvicinarsi ai primi due. Davanti c'è sempre Bezzecchi, poi Lowes. Enea ne ha, passa Martin e sale al terzo posto. Bez ne ha e allunga su tutti, ma a due giri dalla fine scivola anche lui e butta via una vittoria già fatta.

- E così finisce nella maniera più amara: vince Sam Lowes, Bastianini è secondo e riesce a passare in testa al mondiale. Chiude il podio Martin.

La dichiarazione

Enea BASTIANINI: "Sensazione incredibile. Ero 12mo in griglia e non pensavo di rimontare. Il feeling era disastroso ieri, ma oggi sono riuscito ad essere aggressivo e non ho avuto problemi. Sono riuscito a salire sul podio e ad andare in testa al campionato. E' straordinario per tutto il team, speriamo di andare forte anche settimana prossima".

Il tweet da non perdere

Il migliore

Sam LOWES: Chi cade ha sempre torto, quindi onore a Sam Lowes che porta a casa la seconda vittoria consecutiva e in maniera clamorosa si ritrova vicino alla testa del mondiale. In verità sta salendo di colpi il britannico e ora può veramente puntare ad un titolo che a metà stagione sembrava impossibile.

Il peggiore

Luca MARINI: Secondo zero consecutivo, questo dieci volte più pesante rispetto a quello di settimana scorsa. Qui era messo bene a differenza di Le Mans, ne aveva per ottenere tanti punti fondamentali per il campionato. E invece scivola e finisce a terra, perdendo la leadership nella generale.

Dal braccio di Marquez all'amputazione di Bayliss: quando i piloti corrono contro il dolore

Gran Premio di Aragon
Tardozzi: “Nessuna strategia tra Petrucci e Dovizioso"
17/10/2020 A 15:34
MotoGP
Quattro pretendenti per il titolo: chi è ora il favorito?
12/10/2020 A 16:36