Non ci sarà mai un altro Valentino Rossi. Il suo nome è stato già scolpito sulla pietra da tempo. Ma la MotoGP vuole ufficializzare la sua eterna riconoscenza con un gesto indelebile: il 46, numero che ha reso inconfondibile la carena del Dottore attraverso la sua dorata carriera nella classe regina, verrà ritirato per sempre.
Nessun pilota potrà reclamarlo, né ora né mai. Perchè il 46 non è solo un numero, ma anche un simbolo: incapsula i nove titoli mondiali vinti, le 115 vittorie e i 235 podi accumulati da Rossi in quella che è una delle carriere più vincenti di sempre nella storia dello sport. Dopo l'ingresso nella Legends Hall of Fame del 2021, Vale verrà celebrato un'altra volta a casa sua, il Mugello. Sabato 28 maggio si terrà infatti una cerimonia per il ritiro del numero 46 dalla MotoGP, e Rossi presenzierà all'evento.

Valentino Rossi, le 10 vittorie più belle della carriera

MotoGP
Marquez: “Non guido la Honda come vorrei, ma non voglio cambiare moto"
19/05/2022 A 07:49

Il comunicato

Sul sito della MotoGP, il comunicato conferma l'iniziativa: "La cerimonia che coinvolgerà l’italiano, già MotoGP™ Legend, si svolgerà sul rettilineo di arrivo del tracciato nella giornata di sabato, prima delle qualifiche. Rossi parteciperà così a un gesto che celebra la sua eredità, dopo 26 stagioni di successi che l’hanno visto entrare nella MotoGP™ Legends Hall of Fame, sempre con il numero 46. L’italiano lo ha reso uno dei biglietti da visita dello motorsport su due ruote nel mondo".

Non solo Rossi, le leggende passate dalle moto alle auto: cosa hanno fatto

MotoGP
Quartararo deluso da Yamaha. Il manager: “Stiamo valutando"
17/05/2022 A 21:03
MotoGP
Bastianini top, Bagnaia flop: Ducati deve cambiare gerarchie per il titolo?
16/05/2022 A 13:28