Benedetta Pilato si qualifica per le Olimpiadi di Tokyo 2021 nei 100 rana! La 15enne pugliese ha conquistato il titolo italiano agli Assoluti Invernali di Riccione (RN), stampando un crono eccezionale di 1’06″02, nuovo record nazionale (migliorato di 34 centesimi il precedente primato di Martina Carraro che risaliva ai Mondiali 2019, quando colse il bronzo). Si tratta peraltro del quarto miglior tempo di sempre in Europa.
Oggi sono stati spazzati via tutti i dubbi sulla reale consistenza della tarantina nella doppia vasca. Fenomeno assoluto nei 50, dove vanta peraltro già un argento mondiale in bacheca, l’azzurra era consapevole di dover maturare nei 100 per poter coltivare il sogno a Cinque Cerchi, anche considerando che i 50 non verranno inseriti neppure nel programma di Parigi 2024. Già nel corso delle ISL delle ultime settimane si era percepito il sentore di una Pilato cresciuta a dismisura nei 100 rana: sovente aveva tenuto testa alla campionessa olimpica americana Lilly King, facendosi preferire a tratti nella nuotata e perdendo terreno solo in fase di virata. Allora si gareggiava in vasca corta, mentre quello odierno rappresentava un vero e proprio ‘battesimo del fuoco’ in lunga.
Nuoto
Pellegrini vince i 200 a Riccione ma senza pass per Tokyo
17/12/2020 A 17:11
La missione, dunque, appare completamente compiuta. Benedetta Pilato, ormai possiamo dirlo senza timore di smentita, è entrata a far parte a tutti gli effetti del gotha della rana mondiale. Ai prossimi Giochi Olimpici potrà giocarsi quantomeno una medaglia, partendo dal presupposto che i suoi margini di miglioramento appaiono ancora inesplorati: solo il tempo potrà dirci quali saranno i limiti di una ragazza dalla classe cristallina. Oggi la pugliese è partita letteralmente a razzo nella prima vasca, scavando subito un solco importante nei confronti delle avversarie. L’unica a provare a tenerle testa è stata Martina Carraro. Negli ultimi 25 metri la bracciata di Pilato si è accorciata visibilmente, la fatica ha fatto capolino. Ciò nonostante non è ‘scoppiata’, per niente. La sensazione è che sin da ora possa valere un crono inferiore all’1’06” con una gestione tattica più equilibrata. Martina Carraro, seconda a 0.56, ha mancato il pass per Tokyo 2021 per appena 9 centesimi. Terza piazza per Arianna Castiglioni in 1’07″01, completano la top5 Francesca Fangio e Lisa Angiolini.

14 anni e non sentirli: la favola di Benedetta Pilato, medaglia mondiale azzurra più precoce

Tokyo 2020
Lochte, niente 5a Olimpiade: si commuove in conferenza stampa
19/06/2021 A 11:17
Nuoto
Trials USA 2021: Dressel vola nei 100 farfalla. Andrew sugli scudi
19/06/2021 A 07:21