Continua la progressione inarrestabile di Benedetta Pilato nell’elite della rana mondiale. Nel corso della prima giornata delle finali della ISL 2020 di nuoto in corso di svolgimento a Budapest (Ungheria), la 15enne tarantina è giunta seconda nei 50 alle spalle della campionessa olimpica americana Lilly King, stampando un tempo eccezionale di 28″81, con il quale ha migliorato il record italiano ed eguagliato quello europeo della lituana Ruta Meilutyte che resiste dal lontano 2014! Il successo per la tarantina è sfumato per soli 4 centesimi. L’enfant prodige del Bel Paese, che in questa competizione difende i colori del Team Energy Standard, non è partita bene, registrando il penultimo tempo di reazione tra le otto nuotatrici in gara. Peraltro in quel particolare frangente ha perso 0.07 dalla King, un gap rivelatosi poi decisivo. Va detto che l’azzurrina non ha brillato neppure in virata e questo la dice lunga su dei margini di miglioramento ancora inesplorati. Pilato, in fase di nuotata, si è rivelata allo stesso livello della fuoriclasse americana, se non addirittura superiore.

Nuoto
Benedetta Pilato super: record italiano nei 50 rana
14/11/2020 A 13:50

Atkinson terza davanti a Hannis

Il podio è stato completato dalla giamaicana Alia Atkinson, in grande forma in questo scorcio di stagione e staccata 11 centesimi dalla vetta, mentre l’americana Molly Hannis ha concluso quarta a 0.29. Lontanissime tutte le altre atlete, con la statunitense Annie Lazor quinta a ben 1″24 dalla connazionale che ha primeggiato. Benedetta Pilato, una ventina di minuti dopo l’ottima prestazione dei 50 rana, è scesa nuovamente in acqua per disputare la staffetta 4×100 mista, chiusa in terza piazza dalla propria compagine. La pugliese ha nuotato i 100 in una frazione lanciata da 1’03″46, altro buon segnale in vista della competizione nella distanza olimpica in cui prenderà il via domani.

Nuoto
ISL, Pilato vince anche i 100 rana
10/11/2020 A 12:31
Nuoto
Pilato: "King? Una volta vince lei e una io"
19/10/2020 A 10:10