Dominik Paris non è riuscito a brillare nella discesa libera di Wengen, prova valida per la Coppa del Mondo 2021-2022 di sci alpino. L’azzurro ha ribadito il suo scarso feeling con la mitica pista di Lauberhorn, uno dei tracciati più iconici dell’intero Circo Bianco. A dire il vero l’altoatesino ha anche ben interpretato il celebre Kernen-S, suo autentico spauracchio, ma ha poi sofferto nella seconda parte di gara ed è rimasto lontano dai migliori.

Odermatt impressionante anche in discesa: solo Kilde lo batte

Il 32enne, che ha perso il pettorale rosso di leader della classifica di specialità (ora accusa un ritardo di 13 punti dal norvegese Aleksander Kilde, vincitore sulle nevi svizzere), si è dovuto accontentare di un deludente nono posto, a un secondo esatto dal trionfatore e a sette decimi dal podio. L’obiettivo è quello di riscattarsi già domani, quando andrà in scena una seconda discesa a Wengen, partendo dall’alto.
Wengen
Vinatzer, altra uscita maledetta: incrocia gli sci e ne perde uno
16/01/2022 A 14:08
Dominik Paris ha analizzato la sua prestazione ai microfoni della Rai: “Non bastava quello che ho fatto. Ho preso rischi, ho provato di tutto ma non è andata. Oggi ho fatto bene la Kernen-S, sui curvoni non sono riuscito a mantenere la linea e sotto non so cosa devo cambiare per essere più veloce. Domani cambia sicuramente qualcosa, vediamo“.

Paris il migliore degli italiani in SuperG: rivivi la sua prova

Wengen
Razzoli è terzo: il suo podio a Wengen
16/01/2022 A 14:06
Wengen
Razzoli è di nuovo Razzo: terzo a Wengen
16/01/2022 A 13:55