Terza semifinale a livello ATP, e seconda nel 2021, per Lorenzo Musetti, che continua il suo percorso di crescita a Lione sconfiggendo lo sloveno Aljaz Bedene e guadagnandosi con certezza una bella sfida per domani. La vittoria gli vale anche l’ingresso nei primi 80 giocatori del mondo.
Queste le parole del diciannovenne di Carrara: “E’ stato un finale pazzesco, ero avanti 6-5, ho giocato una brutta volée sul 30-30, ogni tanto esco fuori di testa, ma sono molto felice. Ero ostto 2-5 nel secondo, sono rimasto lì, concentrato, ho provato a giocare tutti i punti al mio meglio“.
E poi sulla sfida con il futuro avversario (che scoprirà in tempi brevi): “Stefanos è un grande campione, Nishioka è un grande giocatore, mancino, può mettere in difficoltà Stefanos, vediamo un po’ quello che accadrà“.
ATP, Cincinnati
Niente Nadal per Musetti: l'azzurro cede a Coric in due set
16/08/2022 ALLE 17:43
Il riferimento è ovviamente a Tsitsipas, che ha già affrontato in semifinale ad Acapulco, con vittoria del greco con un 6-1 6-3 in cui però si vide un certo qual tasso di spettacolo a livello tennistico.

Musetti, l'altra faccia della giovane Italia che vince

ATP, Cincinnati
Musetti-Coric, esordio Lorenzo a Cincy: quando e dove vederlo in tv
16/08/2022 ALLE 06:50
ATP, Umag
Cecchinato fa suo il derby con Musetti e vola ai quarti
28/07/2022 ALLE 15:23