Non capita tutti i giorni di vedere un italiano a proprio agio sull'erba ma Matteo Berrettini continua a crescere e, partita dopo partita, mostra un feeling davvero speciale con questa superficie. Solo un azzurro prima di lui era riuscito a centrale la finale di un 500 sull'erba: Andreas Seppi, battuto ad Halle solo da Roger Federer nel 2015. Il tennista romano cercherà di andare oltre quanto fatto dall'altoatesino e da Laurence Tieleman - unico connazionale arrivato all'ultimo atto sul manto londinese che precede Wimbledon (ko per mano di Scott Draper nel 1998) - contro Cameron Norrie, vincente per 7-5 6-3 nel match tra mancini su Denis Shapovalov, nell'ennesima domenica italiana di questo 2021.
La semifinale contro Alex De Minaur rasenta la perfezione. Il numero 1 d'Italia ottiene il break già nel terzo gioco: prevale sulla diagonale sinistra, sale in cattedra con il rovescio e chiude con il dritto, prima di sfoderare un passante vincente ancora di rovescio. L'australiano non gioca male e alza il livello nella seconda parte del primo parziale, ma nei game di servizio dell'azzurro sostanzialmente non si gioca.
ATP, Londra
Berrettini doma anche Evans: è in semifinale!
18/06/2021 A 15:24
Berrettini è troppo solido da fondocampo e quando accelera è una meraviglia: in 37 minuti Londra applaude il primo 6-4. Demon è un grande lottatore, si difende come può e nel quinto game del secondo set risale da 0-40, con volée di rovescio e ace per la sua sopravvivenza. Sull'onda lunga De Minaur si procura una palla-break nel gioco successivo ma l'allievo di Vincenzo Santopadre è di nuovo implacabile al servizio.
Nel nono game arriva lo strappo decisivo con un pallonetto all'incrocio delle righe di Berrettini, uno smash al termine di uno scambio costruito alla perfezione e uno slice di rovescio mortifero. È il 5-4 che precede il doppio 6-4 e il pass per la finale. Proprio lo slice di rovescio è un colpo che sull'erba dà al romano un'altra opzione insieme al rovescio bimane e gli consente di variare con un repertorio davvero completo.

Matteo Berrettini - ATP 500 Queen's 2021

Credit Foto Getty Images

Dal 2019 - lo scorso anno non si è giocato a causa della pandemia - Matteo Berrettini vanta l'89% di successi su questa superficie (16-2) grazie al trionfo di Stoccarda, la semifinale di Halle, gli ottavi di Wimbledon e ora la finale nel prestigioso club dedicato alla regina Vittoria. Sarà la settima finale in carriera per il numero 9 del mondo che, forte di un bilancio di 25-6 nel 2021, si presenterà all'appuntamento con il quinto titolo senza aver perso un set. È il 1° italiano di sempre a raggiungere nello stesso anno almeno una finale in ogni categoria ATP: 250 (Belgrado), 500 (Queen's) e 1000 (Madrid). Manca solo uno Slam, verrebbe da dire, e Wimbledon è alle porte...

Berrettini a Eurosport: "Ho fatto un altro passo verso Djokovic"

ATP, Londra
Berrettini passeggia su quel che resta di Murray: è ai quarti
17/06/2021 A 13:10
ATP, Belgrado
Il ritorno di Berrettini: il quarto titolo è un nuovo inizio
26/04/2021 A 13:00