Missione compiuta per Lorenzo Musetti: l’azzurrino ha conquistato l’accesso al terzo turno del Masters1000 di Miami battendo il francese Benoit Paire (n.33 del ranking). Un match decisamente particolare, soprattutto per l’atteggiamento del francese non propriamente “ortodosso” in campo. Il nativo di Carrara ha avuto il merito di rimanere sempre concentrato, senza lasciarsi distrarre dai colpi di testa del proprio avversario e per questo il 6-3 6-3 si giustifica da solo. Ecco le sue parole ai microfoni di Sky Sport:
È stata una partita difficile, Paire ti distrae parecchio in campo non solo con l’atteggiamento ma anche col suo gioco: ti dà poco ritmo. E stato abbastanza falloso per fortuna mia: sono contento di essere stato lì. Sono stato molto bravo mentalmente anche dopo aver subìto break e non essere partito alla grande. Le condizioni non erano facili sia per l’avversario – che non mi faceva giocare bene – che per il vento che dava molto fastidio sinceramente“.
ATP, Miami
Tutto il meglio di Sinner nella cavalcata di Miami: che colpi!
06/04/2021 A 07:49
Le sensazioni, dunque, sono buone e ora nel terzo round ci sarà il croato Marin Cilic, grande interprete dei campi veloci e vincitore degli US Open nel 2014. Indubbiamente il suo tennis non sta toccando le sue punte più alte, ma è chiaro che sarà un rivale da temere. Da questo punto di vista, Musetti si gode quel che sarà:
Quando sono in fiducia nei momenti difficili tiro fuori il meglio di me. Sto bene, mi sento molto reattivo in campo, sto vedendo la versione migliore di Lorenzo dal punto di vista tennistico, fisico e mentale. Mi sto stupendo da solo. Già 4 vittorie nei Masters1000 a 19 anni? Non lo sapevo nemmeno, non avevo fatto i conti ma mi fa piacere!“.

Musetti campione Junior a Melbourne nel 2019: rivivi il match point e le lacrime

ATP, Miami
Sinner: "La Next Gen non è ancora pronta per battere i Big 3"
05/04/2021 A 12:31
ATP, Miami
Sinner: "La sconfitta con Hurkacz mi aiuterà tanto in futuro"
05/04/2021 A 12:08