Jannik Sinner non è sazio. Aver frantumato l’ennesimo primato di precocità, diventando il più giovane tennista italiano ad aver raggiunto i quarti di finale di un Masters 1000, non gli basta. Questa sera contro Bublik vuole provare a salire un altro scalino diventando il secondo azzurro a guadagnarsi l’accesso al Masters di Miami dopo Fabio Fognini (che ci riuscì nel 2017). Riuscirci non sarà semplice perché contro avrà il kazako Bublik, un tennista che ammette di conoscere poco ma che nell’unico precedente – andato in scena appena due settimane fa – ha sconfitto in rimonta in tre set.
"Con Bublik ho giocato la scorsa settimana. Non lo conosco benissimo, sicuramente sarà una partita molto difficile anche perché se un giocatore arriva ai quarti c'è un motivo. Non è così semplice arrivarci, ma il mio obiettivo è andare più lontano. Non mi rilasso. Certo, questo è un torneo un po’ più importante degli altri, ma io mi concentro su quello che devo fare”.
https://i.eurosport.com/2021/03/31/3020856.png
ATP, Miami
Sinner, caccia alla semifinale. A che ora gioca con Bublik?
31/03/2021 A 07:12

"In hotel guardo per il 90% tennis, ho un nutrizionista ma alla sera mi concedo un dessert..."

Per arrivare fino a questo punto, ha surclassato alla grande il finlandese Ruusuvuori, travolto da una montagna di vincenti (ben 20). Una vittoria convincente anche se Sinner ammette che è stato più complicato di quanto il punteggio non dica.
"Emil è forte, giovane, ha fatto un bel torneo e ha battuto anche Zverev. Magari era un po’ più stanco e ho sfruttato questa cosa. Ho servito un po’ meglio e ho spinto di più perché sapevo che lui poteva essere pericoloso. Ho cercato di andare a rete qualche volta in più, so che lui è molto aggressivo e ho cercato di togliergli il tempo. Non lo so se ho fatto tutto giusto, sicuramente ci sono cose che anche oggi potevo fare meglio. Io e lui ci siamo allenati spesso insieme, ma allenarsi e giocare sono due cose diverse, in allenamento provi a imparare cose nuove, in partita provi a vincere".
Nella conferenza stampa post match, Sinner ha anche confessato come trascorre il tempo libero tra un match e l'altro e ha svelato un retroscena sull’alimentazione:
"Quando sono in hotel, per il 90% del tempo guardo tennis. Come ho già detto, mi piace vedere tennis, mi piace giocare; passo così le mie giornate. Se sono molto stanco vado a dormire, oppure ogni tanto guardo qualche serie TV. Alla fine una giornata passa molto velocemente, quindi stare in bolla o meno mi cambia poco; se non ci fosse, forse farei le stesse cose. L’alimentazione? In off-season ho iniziato a lavorare con un nutrizionista. A volte c’è da cambiare qualcosina, soprattutto quando fa molto caldo mangiare nel modo corretto può aiutare; se mangi sano, poi vinci. Scherzi a parte, non è certo quello il motivo, ma fa parte di un processo. C’è qualche giocatore che mangia sano, qualcuno che non lo fa, per me non è così importante. Proteine, carboidrati, cerco di fare le cose semplici; non è che se mangio un dessert la sera, poi il giorno dopo perdo la partita”.

Sinner vince il 2° ATP 250! Il meglio del successo su Travaglia

ATP, Miami
Sinner gestisce da veterano Ruusuvuori: Jannik vola ai quarti
30/03/2021 A 14:55
ATP, Indian Wells
Fritz doma anche Sinner: per Jannik Torino è più lontana
13/10/2021 A 21:55