Nella notte di San Lorenzo, quella delle stelle cadenti, a Montreal (Canada) c’è motivo per scomodare questa menzione. Sì perché nel secondo turno del Masters1000 nordamericano sono state diverse le teste di serie a cadere all’inizio del loro percorso.
Il secondo round, infatti, è stato letale per Carlos Alcaraz, Daniil Medvedev (battuto da uno scintillante Kyrgios, che dopo 8 anni è tornato a battere il n°1 del mondo) Stefanos Tsitsipas e Andrey Rublev. L’iberico (n.2 del seeding) era tra i più attesi e aveva propositi molto ambiziosi. Tuttavia, la sua prestazione è stata decisamente sottotono e la sconfitta per 6-7 (4) 7-6 (7) 6-3 subìta dall’americano Tommy Paul (n.34 del ranking) brucia parecchio. Dopo 3 ore e 24 minuti di partita, Carlitos ha ceduto e dovrà riflettere sui suoi errori. Per Paul, invece, la corsa continua e negli ottavi ci sarà l’incrocio contro il croato Marin Cilic (n.16 del ranking), devastante contro il russo Karen Khachanov (n.28 ATP) per 6-3 6-2.
ATP, Montreal
E' l'estate di Kyrgios: battuto anche il n°1 al mondo Medvedev
10/08/2022 ALLE 21:27
Niente da fare anche per Tsitsipas. Il greco (n.5 del mondo) si è arreso al britannico Jack Draper (n.82 del ranking), impostosi per 7-5 7-6 (4). Una brutta prestazione quella dell’ellenico, al cospetto di un Draper molto incisivo con il suo tennis fatto di aggressività. Il tennista del Regno Unito se la vedrà, quindi, contro il francese Gael Monfils (n.20 del mondo) a segno per 7-6 (10) 7-6 (6) nella sfida che lo vedeva opposto allo statunitense Maxime Cressy (n.31 ATP).
Ko rumoroso è stato anche quello di Rublev. Il n.8 del ranking ha ceduto il passo al cospetto del britannico Daniel Evans sullo score di 6-4 6-4. Un Rublev lontano parente dalle sue miglior versioni sul cemento nordamericano e per Evans negli ottavi di finale ci sarà l’incontro con il californiano Taylor Fritz (n.13 del mondo), vittorioso in rimonta per 5-7 6-1 6-4 contro il connazionale Frances Tiafoe (n.24 del ranking).
Proseguono invece nel loro percorso a Montreal Jannik Sinner, Felix Auger-Aliassime, Cameron Norrie e Casper Ruud. L’altoatesino (n.12 del mondo), non senza soffrire, ha battuto per 2-6 6-4 6-2 il francese Adrian Mannarino (n.70 ATP). Per lui ci sarà il difficile match negli ottavi contro lo spagnolo Pablo Carreno Busta (n.23 ATP), dominatore della partita contro il danese Holger Rune (n.26 del ranking). Auger-Aliassime (testa di serie n.6), nel suo torneo di casa, ha tenuto botta contro il giapponese Yoshihito Nishioka (n.54 del ranking), finalista nell’ATP500 di Washington. Il canadese ha vinto per 7-6 (6) 6-4 e negli ottavi ci sarà l’atteso incrocio proprio con Norrie (n.11 ATP), vittorioso in grande stile contro l’olandese Botic van de Zandschulp (n.25 del ranking) per 6-1 6-2.
In due set Ruud (n.7 del mondo) ha avuto la meglio nel confronto con lo slovacco Alex Molcan (n.42 del ranking) per 7-6 (3) 6-3. Il norvegese ha dato conferma di essere ormai un tennista completo, in grado di ben giocare sul cemento e negli ottavi la sfida contro lo spagnolo Roberto Bautista Agut (n.18 del mondo), che ha sconfitto l’americano Jenson Brooksby (n.46 ATP) per 7-5 6-1, sarà decisamente interessante. Da segnalare in conclusione anche il ko dell’argentino Diego Schwartzman (n.15 del mondo), a sorpresa superato dall’iberico Albert Ramos (n.43 del ranking) per 6-4 6-2. Lo spagnolo se la vedrà negli ottavi di finale contro il polacco Hubert Hurkacz (testa di serie n.8).

Alcaraz: "La rivalità tra me e Sinner è il futuro del tennis"

ATP, Montreal
Mannarino parte forte, poi esce Sinner: Jannik vola agli ottavi
10/08/2022 ALLE 19:44
ATP, Montreal
Carreno Busta vince il titolo a Montreal: battuto Hurkacz in rimonta
14/08/2022 ALLE 22:25