Jannik Sinner approda al secondo turno del torneo ATP 500 di Rotterdam senza giocare: il tennista nato a San Candido beneficia del ritiro del moldavo Radu Albot, arrivato a ridosso del match, fatto che non ha reso possibile rimpiazzare l’atleta di Chisinau con un lucky loser.
Jannik Sinner tornerà in campo giovedì negli ottavi di finale contro il vincente della sfida tra la wild card di casa Robin Haase e la testa di serie numero 4, il belga David Goffin. In questo modo il 18enne di Sexten ha ottenuto comunque i 45 punti per la vittoria all’esordio, salendo così attualmente al numero 74 del ranking ATP. Si tratta della miglior posizione raggiunta in carriera da Sinner nella classifica mondiale. Un piazzamento che dovrebbe essere confermato anche in giornata, nonostante le molte partite che devono essere ancora disputate.
Solo l’americano Steve Johnson, infatti, può sorpassare Jannik, essendo impegnato nel torneo di New York contro Andreas Seppi. In caso di successo contro il vincente del match tra il belga David Goffin e l’olandese Robin Haase agli ottavi, il giovane azzurro salirebbe a 793 punti. In caso addirittura di semifinale i punti diventerebbero 883, poi 1003 con la finale e 1203 in caso di trionfo nel torneo. In quest'ultima eventualità Sinner potrebbe addirittura centrare la Top 50, ma è meglio evitare pericolosi voli pindarici.
Tennis
Il rovescio della medaglia: Jannik Sinner e le tappe di una crescita che non ammette fretta
11/02/2020 A 10:00
roberto.santangelo@oasport.it

Australian Open: Fucsovics-Sinner 6-4 6-4 6-3, gli highlights

ATP, Rotterdam
Monfils vince Rotterdam dopo Montpellier: bis del francese per la prima volta in carriera
16/02/2020 A 17:52
ATP, Rotterdam
Sinner: "Ho 18 anni e la fortuna di giocare tornei di questo livello. Non capisco le critiche"
15/02/2020 A 09:49