Tennys Sandgren viene considerato "non contagioso". Lo statunitense nella giornata di giovedì 14 gennaio è salito su uno dei voli charter che portano a Melbourne, nonostante il tampone effettuato lunedì 11 avesse dato esito positivo. Lo stesso Sandgren, che dodici mesi fa nei quarti di finale non sfruttò sette match-point contro Roger Federer, ha spiegato nel dettaglio la situazione. Nel giorno del Ringraziamento (lo scorso 26 novembre) risultò positivo al Covid-19, ma adesso i sintomi sono totalmente spariti e ha assicurato di essere totalmente guarito. Inizialmente gli era stata negata l’opportunità di raggiungere Melbourne col volo charter, con possibilità di farlo invece il giorno successivo (probabilmente dopo un altro tampone). Invece, nonostante fossero già passati 15 minuti dall’orario in cui l’aereo avrebbe dovuto decollare, è partito per l’Australia: "Craig Tiley è un mago", il suo commento su Twitter.

Australian Open
Andy Murray ha il Covid: Australian Open a rischio
14/01/2021 A 10:41

Federer, l'ultima magia: i 7 match-point annullati a Sandgren

Gli organizzatori degli Australian Open si sono sentiti in dovere di spiegare l'accaduto: "I giocatori possono entrare in Australia solo dopo un tampone negativo oppure con il permesso di viaggiare in qualità di caso da considerarsi guarito a completa discrezione delle autorità del governo australiano. Chi è risultato positivo, dovrà fornire dettagliate informazioni mediche per essere considerato guarito e non più contagioso. Nel caso di Tennys Sandgren, che ha dichiarato di essere risultato positivo a novembre, le autorità dello stato del Victoria hanno esaminato il suo fascicolo e al termine delle valutazioni gli è stato consentito di volare. Nessuno potrà viaggiare senza la prova di un test negativo o senza questa speciale delibera delle autorità, che certificano la non contagiosità".

Insomma, la spiegazione c'è stata ma non è stata sufficiente tanto che è intervenuta nel merito della questione anche una portavoce del Victoria: "Il risultato del test di Tennys Sandgren è stato revisionato da esperti in ambito sanitario ed è stata determinata la presenza di residui virali di una precedente infezione. Perciò gli è stato dato il permesso di salire sull’aereo. Chiunque risulti positivo per la prima volta o possa ancora essere contagioso non potrà essere ammesso all'Australian Open".

Francesca Jones oltre il limite: dal no dei medici a Melbourne

Australian Open
Favola Francesca Jones, all'Australian Open con 8 dita
13/01/2021 A 10:51
Australian Open
Avversario positivo al Covid, perdono entrambi ed è bufera
11/01/2021 A 16:09