Non essendo potuto partire per l'Australian Open, perché positivo al covid (non avrebbe potuto fare i 14 giorni consecutivi di quarantena sul posto), Andy Murray aveva 'virato' iscrivendosi al Challenger di Biella. Il doppio campione olimpico (nel 2012 e 2016) era ovviamente la testa di serie n° 1 del torneo e, dopo un percorso netto, è stato però sconfitto in finale dall'ucraino Illya Marchenko che grazie al 6-2; 6-4 inflitto allo scozzese salirà alla 184esima posizione del ranking. Murray, che non vince un titolo ATP dall'ottobre 2019 (era l'Open di Anversa contro Wawrinka), salirà invece alla posizione 119.

Cronaca

Partita senza storia, ma a favore dell'ucraino nella finale di Biella. Murray si è subito trovato sotto, cedendo il servizio a 15 sullo 0-40, per poi subire un altro break al quinto game. Marchenko fa in pratica quello che vuole e conquista il primo set sul 6-2.
Tennis
Niente Australin Open, allora Murray va al Challenger di Biella!
27/01/2021 ALLE 14:31
Nel secondo set Murray vuole rispondere presente, ma perde subito il servizio e si ritrova costretto ad annullare due palle break al terzo game. Prova poi a rientrare, ma Marchenko ha un'altra palla break al nono game. Alla terza occasione Marchenko riesce a perforare le resistenze di Murray e conclude il set sul 6-4, conquistando così il suo 8° Challenger in carriera.

La rinascita di Andy Murray, ad Anversa la fine di un incubo: il film

Australian Open
Ufficiale! Murray salta Melbourne: "Sono devastato"
22/01/2021 ALLE 16:25
Australian Open
Covid, la positività di Murray diventa un "caso di Stato"
15/01/2021 ALLE 13:18