Buona la prima e anche la seconda, per Fabio Fognini. L’esordio a Wimbledon 2021 è positivo per il tennista ligure che in un match spalmato su due giorni ha la meglio di Albert Ramos, terraiolo spagnolo che già più volte in carriera Fabio era riuscito a gestire.
Per due set, raccontati in questo articolo già lunedì sera, Fognini ha fatto vedere un ottimo tennis, con un approccio concentrato e positivo alla partita. Oggi, alla ripresa delle operazioni, si è trovato di fronte un Ramos che aveva evidentemente “fatto i compiti a casa”. Analizzato l’andamento della partita che l’aveva visto sotto di due parziali, al rientro il campo lo spagnolo ha cercato di essere più aggressivo e di accorciare gli scambi, scendendo anche più spesso nei pressi della rete. La qualità tennistica di Fognini però, superiore a quella dell’iberico, è venuta fuori a metà del terzo parziale, quando al ligure è bastato accelerare per evidenziare i limiti di Ramos su questa superficie.
Ramos è finito sotto di un break nel quinto gioco, ma ha approfittato della distrazione di Fognini sul game successivo al servizio, col ligure un po’ troppo superficiale nel primi due punti. Dopo il controbreak immediato, però, Ramos ha nuovamente perso il servizio su un game giocato molto bene in risposta dal ligure. E’ stato quello l’allungo buono, per il 7-6 6-2 6-4 finale che è valso a Fognini il secondo turno. Lì Fabio affronterà il vincente del match tra Djere e Cuevas. In ogni caso, parte da favorito. A patto che il livello di attenzione sia lo stesso messo in campo in questa partita.
Laver Cup
Che cos’è la Laver Cup? Format, albo d’oro e il legame con Federer
16/09/2022 ALLE 13:04

Fognini: "Sinner e Musetti? Basta, sempre la stessa domanda"

US Open
Fognini, l'incantesimo dura un set: Nadal passa in 4
02/09/2022 ALLE 01:31
US Open
Fognini: "Che sfortuna incontrare Nadal ma ce la metterò tutta"
31/08/2022 ALLE 09:17