Favolosa Jasmine Paolini che in semifinale batte in rimonta la kazaka Yulia Putintseva col punteggio di (1-6 6-3 6-4) e conquista la finale del WTA Portorose 2021. L’azzurra è stata autrice di una prestazione superlativa sia dal punto di vista tecnico che della tenuta mentale.
Nonostante sia andata sotto, in un primo set che la numero 2 del seeding ha giocato a buonissimo livello, la toscana ha trovato la forza di reagire. Nei successivi due parziali ha alzato non solo il ritmo ma anche la qualità dei suoi colpi non lasciando scampo all’avversaria.
WTA, Portorose
Jasmine Paolini: "Momento stupendo, speciale giocare qui”
20/09/2021 A 05:05

CRONACA DELLA PARTITA

Avvio di partita tutto in favore di Putintseva che è precisa al servizio e molto aggressiva in risposta. Paolini, invece, pare un po’ frenata dalla tensione e non riesce a trovare il suo gioco. La diretta conseguenza è il parziale di 5-0 in favore della kazaka che di fatto indirizza il set. L’azzurra è brava a non farsi condizionare e a reagire trovando il break salvo poi cedere per la quarta volta consecutiva il servizio alla numero 44 del mondo per il 6-1 col quale si chiude il set.
Quella che torna in campo è una Paolini diversa, concentrata e soprattutto consapevole delle proprie qualità. L’italiana nel primo game sale 30-40 e sfrutta la palla break in suo favore (1-0). La reazione della kazaka arriva nel quarto gioco quando riesce a ritrovare la parità (2-2). La toscana non sembra intenzionata a lasciarsi scappare l’occasione di centrare la finale e sfrutta un passaggio a vuoto in battuta della testa di serie numero 2 del seeding per allungare sul 4-3. L’azzurra è poi brava a tenere il servizio nel gioco successivo e strappare ancora una volta il servizio all’avversaria chiudendo 6-3. Una finale di set determinato e di altissimo livello quello di Paolini.
L’azzurra parte fortissimo anche nel terzo set portando a casa subito il break in avvio (2-0). Nonostante la kazaka provi a farsi più aggressiva in risposta ma la 25enne nativa di Castelnuovo di Garfagnana è solidissima e non concede nulla (5-3). Nel momento decisivo del match, quello di servire per il successo, il braccio di Paolini trema e Putintseva ne approfitta piazzando il break del 5-4. Una volta tornata in scia la kazaka diventa troppo passiva nella gestione dello scambio mentre l’azzurra continua a martellare, salendo così 15-40 e conquistando due match point. In chiusura di partita la numero 44 del mondo regala il trionfo all’italiana con un incredibile doppio fallo che vale il 6-4.
In finale Paolini incontrerà la vincente dell’altra semifinale tra l’americana Alison Riske e la slovena Kaja Juvan. Le statistiche raccontano di una partita abbastanza equilibrata con l’azzurra che ha vinto il 59% di punti con la prima contro il 57% dell’avversario e il 37% con la seconda a fronte del 42% della kazaka. A fare la differenza, però, è stata la gestione dei momenti chiave con l’azzurra che, dopo il primo set, ha concesso solo due break all’avversaria conquistandone il doppio.

Paolini di classe: il suo rovescio brucia Azarenka

WTA, Portorose
Gioia Paolini: primo titolo WTA in carriera, Riske battuta in due set
19/09/2021 A 14:58
WTA, Portorose
Paolini batte Cirstea, prima semifinale in carriera (15:00)
18/09/2021 A 06:21