Il Canada ha vietato i viaggi dall’interno dei propri confini verso gli Stati Uniti. E per i Toronto Raptors questo è un danno, dal momento che, in questo modo, non potrebbero giocare alcuna partita in NBA nella prossima stagione. La soluzione, però, è stata studiata con largo anticipo e ufficializzata poche ore fa dal GM Masai Ujiri.

Fino a quando la situazione del Covid-19 sarà quella attuale, la franchigia che ha vinto il titolo nel 2019 dovrà iniziare la stagione a Tampa, in Florida. Una mossa sofferta, ma necessaria per poter dare una forma all’annata. Il motto resterà sempre We The North, anche se di nord in questo momento c’è poco, dato che con questo stato delle cose i Raptors saranno geograficamente tra le squadre più a sud della NBA.

NBA
Westbrook lascia i Rockets! Va a Washington in cambio di Wall
6 ORE FA

L’annuncio di Masai Ujiri è stato riportato da Josh Lewenberg, reporter per TSN Sports e particolarmente vicino alle vicende dei Raptors. La franchigia avrebbe considerato parecchie altre opzioni oltre a quella della Florida, ma sarebbe stato dei giocatori il parere decisivo per la scelta finale.

Top 5, i talenti internazionali del draft NBA 2020

NBA
LeBron prolunga coi Lakers: 85 milioni per 2 anni fino al 2023
11 ORE FA
NBA
Cinque gare a Natale: spicca Lakers-Mavs, Melli contro Miami
20 ORE FA