Si alza il sipario sui Playoff NBA 2021-22, la lunga maratona che porta alle Finals con in palio il Larry O'Brien Trophy, vinto lo scorso anno dai Milwaukee Bucks per 4-2 contro i Phoenix Suns. Le due franchigie partono coi favori del pronostico anche quest'anno, soprattutto al primo turno che prende il via sabato 16 aprile; pare indirizzata anche la serie tra Miami e Atlanta mentre le altre promettono grande equilibrio. A Est cerchiolino rosso su 76ers-Raptors e soprattutto su Celtics-Nets, con Durant e Irving attesi da Tatum e Brown; a Ovest l'incognita infortuni di Doncic e Steph Curry rende più incerte Mavs-Jazz e Warriors-Nuggets, mentre ci si aspetta fuochi d'artificio per lo scontro tra Grizzlies e Timberwolves.
https://i.eurosport.com/2022/04/16/3356279.jpg

EASTERN CONFERENCE

NBA
Gallinari ai playoff! I Pelicans eliminano i Clippers
16/04/2022 ALLE 05:19

Primo turno

(1) Miami Heat - (8) Atlanta Hawks
Gli Heat non sono quelli delle Finals 2020 ma hanno giocato una super regular season al netto dei tanti infortuni, sono molto solidi e hanno giocatori di enorme esperienza, rodati ai playoff come Butler, Lowry, PJ Tucker e Markieff Morris. Molto dipenderà dal rendimento in difesa di Adebayo e in attacco da Herro e Robinson, oltre ai tanti "gregari" come Struss, Vincent, Martin e magari Oladipo, da verificare però in post-season. Gli Hawks vengono dalla rincorsa Play-In e hanno un Trae Young letteralmente immarcabile, Gallinari, Bogdanovic e Huerter sono ottime bocche da fuoco ma difensivamente Atlanta è molto porosa e rischia di pagare fortemente dazio. Se le percentuali al tiro sono buone, possono vincere anche due partite, non di più.
Pronostico: 4-2 Heat
(2) Boston Celtics - (7) Brooklyn Nets
Preparate i pop-corn perchè è probabilmente la serie più bella in assoluto. Da una parte i Boston Celtics, la miglior squadra ad Est nel 2022 per distacco con un Jayson Tatum da MVP, Jaylen Brown favoloso secondo violino e una solidità difensiva eccezionale con Marcus Smart e Robert Williams (assente per infortunio). Dall'altra i Brooklyn Nets, una candidata al titolo che per varie vicissitudini si è ritrovata a dover passare dal Play-In: però i bianconeri hanno Kevin Durant e Kyrie Irving, i due migliori giocatori della serie, e questo cambia parecchio le carte in tavola. Tutto fa pensare che si possa arrivare alla settima gara, a Boston, e quindi i Celtics protrebbero aver quell'1% di vantaggio, però spesso ai playoff la differenza la fanno le superstar e Brooklyn ne ha addirittura due, a meno che Tatum alzi ulteriormente un livello che è già parecchio elevato. Importanti saranno i due supporting cast: da una parte Derrick White, Grant Williams e Daniel Theis, dall'altra Drummond, Seth Curry, Goran Dragic e il tuttofare Bruce Brown, brillante contro Cleveland al Play-In.
Pronostico: 4-3 Celtics
(3) Milwaukee Bucks - (6) Chicago Bulls
La serie più "chiusa" di tutte. I Bucks campioni in carica sono la squadra più solida dell'Est, hanno un candidato MVP come Giannis Antetokounmpo, hanno ritrovato Brook Lopez e hanno due stelle assolute come Holiday e Middleton. Forse sono un po' corti per provare a ripetersi per il titolo ma si ritrovano di fronte dei Bulls a pezzi, protagonisti di un cammino disastroso dopo l'All Star Game e senza un giocatore chiave come Lonzo Ball. Inoltre LaVine non è al meglio, Caruso non si è ancora ripreso dall'infortunio al gomito e DeRozan è con la spia della benzina accesa da un po' dopo aver tirato a lungo la carretta. Per vincerne anche una sola ai Tori serve una mano dagli avversari.
Pronostico: 4-0 Bucks
(4) Philadelphia 76ers - (5) Toronto Raptors
Confronto molto complicato per i 76ers, aldilà del non poter schierare il mastino difensivo Thybulle per le gare in Canada in quanto non vaccinato. Philadelphia ha nettamente il miglior giocatore della serie ovvero Embiid, immarcabile e pronto a viaggiare ad oltre 30 punti di media, ma le incognite difensive legate ai vari Maxey, Harris e soprattutto Harden preoccupano contro una formazione giovane, lunga, atletica, forte in difesa e in contropiede, e senza ruoli definiti. Pascal Siakam ha giocato una stagione pazzesca, idem il rookie Scottie Barnes, senza dimenticare due tiratori mortiferi come VanVleet e Trent Jr., e gli atletoni Achiuwa, Anunoby e Boucher. Non sarà facile per i 76ers, anche perchè se si guarda i due coach, la bilancia pende nettamente verso Nick Nurse piuttosto che per un Doc Rivers non certo brillante nelle scorse campagne di playoff. Se però il Barba Harden torna un minimo ai suoi livelli, allora la serie va dritta verso Philadelphia.
Pronostico: 4-3 76ers

WESTERN CONFERENCE

Primo turno

(1) Phoenix Suns - (8) New Orleans Pelicans
I Pelicans sono lanciatissimi dopo essere usciti vincenti dal Play-In e dopo una stagione di rincorsa pur senza Zion Williamson. Coach Willie Green, fra l'altro ex assistente di Monty Williams a Phoenix, ha fatto un lavoro eccezionale e ha trovato modo di far funzionare i giovani Hayes, Herb Jones e Murphy di fianco a due stelle come Ingram e McCollum. Però dall'altra parte ci sono dei Suns che vanno col pilota automatico, hanno giocato una regular season pazzesca e non sembrano avere punti deboli in alcun ruolo del campo. La leadership di Chris Paul, il talento cristallino di Booker, la fisicità di Ayton, Bridges e Crowder dovrebbero bastare e avanzare per liquidare in fretta la pratica New Orleans e pensare al turno successivo.
Pronostico: 4-0 Suns
(2) Memphis Grizzlies - (7) Minnesota Timberwolves
La serie più intrigante ad Ovest perchè nessuno si aspettava di vedere queste due franchigie in queste posizioni in griglia. La stagione dei Grizzlies è stata sensazionale, ben oltre le aspettative, sono stati impetuosi e entusiasmanti per 82 gare, forse il "League Pass Team" per eccellenza, la squadra da vedere sempre e comunque, non solo per Ja Morant. Sono lunghissimi, giovani, atletici, con due scorer come Bane e Dillon Brooks, il giovane Ziaire Williams come "X-Factor" e una batteria di interni molto eterogenea con Adams, Clark e soprattutto Jaren Jackson Jr.. Dall'altra parte i Wolves non sono da meno, coach Chris Finch ha fatto un lavoro enorme nel far rendere Karl-Anthony Towns e D'Angelo Russell, ha trovato risorse difensive da Vanderbilt e dal "cagnaccio" Beverley ed è riuscito ad esaltare il talento selvaggio ma cristallino di Anthony Edwards. Memphis parte più solida e con più certezze, ma Minnesota può strappare un paio di match di puro talento: attendiamoci un duello a suon di schiacciate e giocate da highlights tra Ja e Ant-Man.
Pronostico: 4-2 Grizzlies
(3) Golden State Warriors - (6) Denver Nuggets
A gennaio i Warriors erano una candidata al titolo, al pari dei Suns o anche leggermente sopra, vista l'esperienza che hanno e i titoli vinti in passato. Però gli infortuni a Draymond Green e Stephen Curry, il rientro non agevole di Klay Thompson e il calo prepoccupante del barometro Wiggins, hanno rotto il giocattolo in mano a Steve Kerr. Se ritrovano la forma e l'intesa, e Steph ha recuperato dal guaio alla caviglia, non dovrebbero rischiare, però non si possono sottovalutare i Nuggets di Nikola Jokic, MVP in carica e favorito per il bis, nonostante sia praticamente solo. Denver è arrivata sesta soltanto grazie a lui, viste le assenze di Murray e Porter Jr., ed è difficile pensare che il Joker possa bastare anche contro i Dubs: tutto dipenderà dalle percentuali con cui segneranno i compagni, visto che il serbo è bravissimo nel far collassare la difesa su di sè e trovare gli altri per tiri con metri di spazio. Non è escluso si vada a gara 7, però Golden State può chiudere molto prima se torna la vera Golden State di fine 2021.
Pronostico: 4-3 Warriors
(4) Dallas Mavericks - (5) Utah Jazz
Tutto è legato alla salute del polpaccio infortunato di Luka Doncic. Con lo sloveno al 100%, la serie penderebbe nettamente verso Dallas, solida difensivamente, in ottimo stato di forma e con il miglior giocatore del confronto, Luka appunto. Però quell'infortunio rischia di tener fuori l'ex Real Madrid per 2-3 gare e questo rischia di consentire ai Jazz, squadra comunque solidissima e con due All Star come Mitchell e Gobert, di prendersi un vantaggio difficile da colmare. I Mavericks hanno il talento per vincerne una anche senza Doncic, soprattutto se Brunson e Dinwiddie trovano ritmo offensivo e il supporting cast colpisce da fuori con alte percentuali: l'obiettivo dei texani è essere in linea di galleggiamento per l'eventuale rientro di Luka, altrimenti Utah è favorita per volare al secondo turno e sfidare i Phoenix Suns.
Pronostico: 4-3 Mavs

Ginobili nell'Hall of Fame: "La mia è la favola di un underdog"

NBA
Playoff, Play-In, Lotteria: i verdetti della stagione 2021-22
11/04/2022 ALLE 13:54
NBA
Fontecchio è un cecchino: Sexton sta già esultando. Il video
IERI ALLE 09:36