De'Longhi Treviso-Acqua San Bernardo Cantù 89-82

Tra attese, rinvii e attività a singhiozzo, Treviso ha la forza di continuare a farsi trovare pronta. Dopo il brillante successo di dieci giorni fa sulla Fortitudo Bologna, la squadra di coach Menetti infila la seconda vittoria consecutiva nel recupero della quinta giornata contro l'Acqua San Bernardo Cantù e riporta il proprio record in parità (3-3). In una partita che vive a lungo senza un vero padrone, decide un break di 11-0 costruito dalla De'Longhi nella parte finale del terzo periodo, poi dilatato a 17-3 (da 52-53 a 69-56) nei momenti iniziali dell'ultimo quarto, scavato da David Logan e Matteo Chillo, non a caso protagonisti principali della serata.

Serie A
Aiuti per il basket in arrivo nel decreto "ristori ter"?
18/11/2020 A 14:04

È arrivato il Black Friday su Eurosport! Accedi alla nostra incredibile offerta e goditi tutti gli eventi di basket nel 2021 scontati del 50% sul prezzo annuale!

È poi un secondo break di 11-4 (da 69-65 a 80-69) innescato da un paio di triple di Logan e Sokolowski a dare la spallata definitiva dopo il furioso tentativo di rientro canturino, frutto di una ritrovata vena difensiva e fisica proprio nel momento peggiore sofferto a cavallo dei due quarti finali. Come detto, David Logan e Matteo Chillo continuano a scintillare dopo le ottime prestazioni contro la Effe: il veterano statunitense mette a referto 23 punti con 7/11 da due e 3/7 dall'arco, mentre il big-man azzurro pareggia il suo career-high con 16 punti. Importante anche la dose di fisicità fornita da Christian Mekowulu nel verniciato, bravo a sfruttare i vantaggi di peso contro Kennedy (14 punti), così come il contributo di Michal Sokolowski dalla panchina (10 in 28 minuti), già un fattore nelle rotazioni di Menetti che difficilmente rimpiangerà l'esperimento fallito con Tyler Cheese.

Cantù incassa il secondo ko consecutivo dopo quello del derby di domenica contro l'Olimpia, soffrendo l'assenza di un grande equilibratore tattico come Maarty Leunen (ai box per il problema al polpaccio rimediato con Milano) e mostrando una condizione ancora da ritrovare in maniera ottimale dopo il lungo stop per il grosso contagio da coronavirus interno al gruppo squadra. Jazz Johnson, già guizzante nello scorso match, si conferma con 24 punti (4/4 da due, 4/7 da tre) in uscita dalla panchina, Jaime Smith ne aggiunge 13 mentre Gabriele Procida spara un paio di triple di grande personalità in un primo tempo giocato in maniera sempre più promettente e interessante per il suo sviluppo.

  • Treviso: Russell 16, Logan 23, Carroll 2, Akele 6, Chillo 16; Vildera, Imbrò 2, Mekowulu 14, Sokolowski 10. N.e.: Piccin, Bartoli. All.: Menetti.
  • Cantù: Smith 15, Woodard 9, Pecchia 6, Thomas 9, Kennedy 13; Procida 6, La Torre, Johnson 24, Bayehe. N.e.: Birapapè, Leunen. All.: Pancotto.

Highlights: Treviso-Cantù 89-82

Serie A
Coronavirus, focolaio nell'Allianz Trieste: 10 positivi
17/11/2020 A 22:10
Serie A
Mini-bolle e blocco retrocessioni per finire la stagione?
17/11/2020 A 14:04