Il primo tempo complicato contro Porto Rico, per il momento, resta lì. Perché, una volta trovati quegli equilibri mai potuti sperimentare in amichevole prima del debutto di giovedì pomeriggio a Belgrado, l'Italia infila una partita e mezza di grande agonismo e qualità. La vittoria sulla Repubblica Dominicana consegna agli azzurri il pass per la finale del preolimpico con licenza di sognare: sarà anche una squadra giovane, nuova e inesperta sui grandi palcoscenici internazionali, ma, come ha sempre spiegato coach Sacchetti, questi ragazzi hanno cuore, sfacciataggine e, soprattutto, capacità di giocare e stare insieme.
A differenza del match d'esordio, l'approccio azzurro è di quelli giusti. La difesa morde e l'attacco produce con un gioco rapido, fluido, corale ed efficace sul perimetro, lì dove sa e può fare più male. E, quando gli avversari provano a incutere paura con una fiammata esplosiva alla metà del secondo quarto (da -11 a -3 sul 33-30), arriva la risposta migliore possibile, superiore a qualsiasi aspettativa. Con un contro-break pazzesco di 29-2 costruito fra i due periodi centrali, l'Italia fugge toccando anche il +32 (massimo vantaggio sul 66-34) sfoderando tutte le sue armi migliori. Si parte dalla difesa, aggressiva sugli esterni e coordinata in maniera magistrale da Nik Melli a centro-area, per poi esplodere nella metacampo opposta, con canestri facili rubati in contropiede e una scarica di triple perfettamente costruite con un gioco moderno e piacevole in penetra-e-scarica (12/20 al 30', 13/25 alla sirena).
Tokyo 2020
Caccia alla finale: Italia-Repubblica Dominicana LIVE!
03/07/2021 A 10:56
Si confermano i protagonisti del successo su Porto Rico. Simone Fontecchio guida gli Azzurri con 17 punti (6/10 al tiro e 3/3 dall'arco), pescando canestri a raffica dal perimetro con quella sicurezza acquisita grazie a una grande stagione in Eurolega con l'Alba Berlino, Achille Polonara (9+5 rimbalzi con 4/4 dal campo) è ancora una volta uomo-ovunque (+23 di plus-minus in 20 minuti) e Nico Mannion (8) porta nuovamente enorme energia e lucidità dalla panchina per soccorrere un Marco Spissu sempre frenato da problemi di ritardo di condizione. A quelli che ormai possono essere considerati i Big-Three azzurri alla luce delle prime due gare si aggiunge, puntuale, Stefano Tonut, cresciutissimo dopo l'avvio stentato contro Porto Rico: 14 punti, 3 assist e una grande dose di fisicità ed energia con quelle sue penetrazioni di forza quasi incontenibili per la difesa avversaria.
Da rimarcare anche il lavoro difensivo di Melli, sbloccatosi soltanto a inizio ripresa dopo aver sbagliato i primi 11 tiri del suo preolimpico (+28 di plus-minus con una lunghissima serie di difese d'antologia sia in aiuto che in single-coverage vicino a canestro) e lo squillo di Alessandro Pajola, lanciato a freddo nella mischia alla metà del terzo quarto per i problemi di falli di Mannion ma subito in grado di contribuire con il suo consueto bagaglio di energia e garra. E, quando anche le triple iniziano a fioccare (due consecutive per timbrare il massimo vantaggio), il playmaker della Virtus si trasforma in un'arma totalmente impropria.
Toccato il +32 al 28' la partita si trascina con un lungo garbage-time in cui coach Sacchetti può svuotare tutta la panchina distribuendo i minuti in vista della partita decisiva di domani. Debutto ufficiale nel preolimpico per Riccardo Moraschini, n.e. all'esordio contro Porto Rico: 19 minuti di quantità, con un ottimo lavoro sul pallone nella metacampo difensiva.

Italia-Repubblica Dominicana 79-59

  • Italia: Spissu 3, Tonut 14, Fontecchio 17, Polonara 9, Melli 5; Abass 3, Mannion 8, Moraschini 2, Pajola 6, Ricci 2, Tessitori 2, Vitali 8. All.: Sacchetti.
  • Rep. Dominicana: Solano 6, Liz 4, Rojas 2, Castillo, Araujo 4; Feliz 4, Francis 12, Henriquez 10, Martinez 3, Mendoza 4, Santos 4, Torres 6. All.: Lopez.

Preolimpico di Belgrado: calendario e risultati

Le partite in programma si disputeranno all'Aleksandar Nikolic Hall, arena dalla capacità di 8.000 posti. Il torneo sarà trasmesso interamente da Sky Sport, mentre le partite degli Azzurri andranno in onda anche su Rai Sport.
  • Martedì 29 giugno, ore 20.15 - Rep. Dominicana-Serbia 76-94
  • Mercoledì 30 giugno, ore 20.15 - Serbia-Filippine 83-76
  • Giovedì 1° luglio, ore 16.30 - Italia- Porto Rico 90-83
  • Giovedì 1° luglio, ore 20.30 - Filippine-Rep. Dominicana 67-94
  • Sabato 3 luglio, ore 13.00 - prima semifinale,Italia-Repubblica Dominicana 79-59
  • Sabato 3 luglio, ore 16.00 - seconda semifinale, Serbia-Porto Rico 102-84
  • Domenica 4 luglio, ore 20.30 - finale, Serbia-Italia

Ricci: "E' una nazionale diversa ma super affamata"

Tokyo 2020
L'Italia rimonta da -17 e batte Porto Rico: evitata la Serbia in semifinale
01/07/2021 A 16:30
Tokyo 2020
Italia dei giovani? No, questa è già un'Italia fatta e finita
IERI A 18:48