La UEFA e l'ECA non ci stanno. La presa di posizione della Lega calcio belga non ha fatto piacere alle società presiedute da Ceferin e Agnelli che in tarda serata hanno emesso un comunicato congiunto destinato a tutte le Leghe europee. Il chiudere in maniera anticipata il campionato, come fatto in Belgio, è una scelta prematura e non giustificata dicono UEFA e ECA. Ok la situazione d'emergenza, ma non è stata una scelta condivisa e, soprattutto, la UEFA aveva già dato ok per procedere con il prosieguo della stagione oltre il 30 giugno per completare, sul campo, i campionati (anche per un discorso legato alle iscrizioni delle squadre alle competizioni europee).
È richiesto a tutte le Leghe di elaborare piani e calendari entro la metà di maggio per stilare un potenziale calendario con tutte le partite di calcio tra luglio e agosto, con la possibilità che la Champions e l’Europa League ripartano dopo i campionati stessi. Fermare i campionati per noi rappresenta l'ultima spiaggia e a oggi sarebbe una scelta prematura e non giustificata. [Ceferin e Agnelli in un comunicato congiunto]
Premier League
La Premier League senza VAR e con 5 sostituzioni a partita: il 3 aprile si decide quando ripartire
02/04/2020 A 16:12
Quindi, il compito di tutte le Leghe sarà quello di stilare dei potenziali calendari che vadano da giugno al 30 luglio. A quel punto, la UEFA potrà decidere anche di rinviare le sue competizioni oltre la conclusione degli stessi campionati. Ma, aggiungono UEFA ed ECA, serve un coordinamento tra tutte le Leghe europee per arrivare ad un risultato soddisfacente.
Il dover completare la stagione, con risultati maturati sul campo sia il fine che tutti devono perseguire sino a quando è possibile, anche in una situazione senza precedenti come questa pandemia. È strettamente necessaria una gestione congiunta dei calendari poiché la conclusione della stagione in corso deve essere coordinata con l'inizio di quella successiva [Ceferin e Agnelli in un comunicato congiunto]
Ora, la Premier League discuterà proprio venerdì 3 aprile della possibilità di tornare in campo (con alcune modifiche). La Germania, in realtà, sarebbe già pronta, mentre in Italia ci sono pareri discordanti. Il Brescia ha minacciato di ritirare la squadra del campionato, mentre Lazio e Napoli hanno affermato con chiarezza di voler tornare a giocare. Come andrà a finire?

Juventus, accordo con giocatori e allenatore per taglio agli stipendi: gli altri club seguiranno?

Pro League
Coronavirus, il Belgio ha deciso: stop al campionato e Scudetto d'ufficio al Bruges
02/04/2020 A 13:29
Serie A
Spadafora: "Il Governo ha un piano per far ripartire lo sport a maggio"
02/04/2020 A 12:41