Il calciomercato non si ferma mai, nemmeno durante i campionati: qual è l’ultimo giocatore messo nel mirino delle big di tutta Europa? Ci sono novità sui rinnovi dei calciatori più importanti? Qualche svincolato di lusso che sta per trovare una sistemazione? Ecco qui riportate e commentate da noi le tre notizie più interessanti sugli ultimi movimenti di mercato raccolte dai quotidiani in edicola stamattina e dai vari siti specializzati, in Serie A e all’estero.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Calciomercato 2020-2021
Lazio, torna Correa ma chiede la cessione: cosa fa Sarri?
20 MINUTI FA

Valzer delle panchine: Gattuso via, a Napoli pronto Spalletti

Il valzer delle panchine cui siamo abituati ogni anno di questi tempi è iniziato. Il primo a dare il la è stato Beppe Iachini, che ha annunciato chiaramente la sua volontà di chiudere per ora il capitolo Fiorentina. E da lì si è aperta la strada per Gennaro Gattuso: non è un mistero che col Napoli sia praticamente al capolinea. E quindi chi siederà sulla panchina azzurra al posto del Ringhio nazionale? Secondo La Gazzetta dello Sport, grazie al raggiungimento della Champions League, ci saranno i soldi sufficienti per ingaggiare Luciano Spalletti. E nel frattempo anche De Zerbi va via, lasciando il Sassuolo probabilmente a Italiano per volare a Donetsk, destinazione Shakthar.
  • La nostra opinione: ogni maggio/giugno il popolo del calcio italiano si siete virtualmente con i pop corn per assistere alle rivoluzioni di panchina per la stagione successiva, anche se stavolta sembra tutto abbastanza chiaro, almeno per i personaggi finora nominati. I nodi da sciogliere in Serie A, comunque, sono molti più di questi, perché a quanto pare l’unico che sembra davvero saldamente al suo posto, almeno per le posizioni di vertice, è Gian Piero Gasperini. Antonio Conte, pur avendo appena vinto un campionato con l’Inter, se lo conosciamo bene non potrà farsi andare del tutto a genio la situazione finanziaria precaria del club nerazzurro (con eventuali tagli alla rosa) e tutto dipenderà dall’arrivo del fantomatico prestito. In casa Milan e Juventus, poi, il futuro di Pioli e Pirlo sarà oin buona parte legato al raggiungimento della Champions League, o per scelta personale o per decisione dall’alto.

Milan, Vasquez troppo caro

Intanto che si pensa a come chiudere alla grande per portare a casa un posto in Champions League (e la via intrapresa col Torino è decisamente quella giusta), il Milan continua a pensare a come rinforzare la rosa proprio nell’eventualità di poter andare ancora una volta a caccia della Coppa dalle Grandi Orecchie. Per il Corriere dello Sport, però, al momento la dirigenza ha sbattuto contro un muro: uno degli interessi per la prossima stagione, Lucas Vasquez, al momento sarebbe una chimera. A quanto pare la richiesta per l’ingaggio avanzata dal suo agente è troppo alta.
  • La nostra opinione: in questo momento il Milan sta subendo sollecitazioni su tantissimi fronti. In primis c’è il campionato, che porterebbe di conseguenza alla Champions League e aun aumento di introiti che sbloccherebbero il mercato. E a questo punto si ritornerebbe alla carica con la questione del riscatto di Tomori dal Chelsea, ma anche del nodo Donnarumma e dell’ingaggio altissimo chiesto con Mino Raiola come tramite. Insomma, l’appetito vien mangiando e l’occasione Champions è ghiottissima per rifinire al meglio la rosa, ma i conti da far quadrare sono davvero tanti e finché tutti i tasselli non sono al loro posto diventa difficile fare qualsiasi tipo di previsione.

Messi, il rinnovo va per le lunghe

Secondo "El Larguero”, trasmissione di Cadena SER (come riporta AS), il rinnovo di Lionel Messi col Barcellona potrebbe non essere così vicino. Il ritorno di Joan Laporta alla presidenza blaugrana aveva come caposaldo la volontà di trattenere la Pulce, ma a quanto pare la situazione è ancora in stallo e l’ipotesi che prende forma è quella che l’argentino concluda la stagione, parta per la Coppa America e poi torni in Catalogna a metà luglio per definire finalmente la questione.
  • La nostra opinione: un tempo sarebbe sembrato impossibile pensare a Messi con una maglia diversa da quella blaugrana, ma oggi, con tutti i bisticci, i colpi di scena e i guiai societari visti (non ultimo la questione Superlega, ancora pendente) non è più così improbabile l’addio dell’attaccante al club. Àil nodo è chiaramente ancora la questione economica, una situazione che Laporta non ha potuto risanare in pochi mesi a disposizione, e probabilmente anche l’esito dell’inchiesta UEFA sulla questione Superlega potrebbe avere un’influenza sulla vicenda.
L’articolo originale di AS

Iachini, addio alla Fiorentina: "Qui ci rimetto la salute"

Calciomercato 2020-2021
Arnautovic torna in Italia: ufficiale, è del Bologna
4 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Inter: no all'Atletico per Lautaro, Nainggolan (per ora) resta
6 ORE FA