L'addio di Alejandro Gomez fa male, altroché se fa male. Ma l'Atalanta è già proiettata al futuro, come sempre nell'epoca recente. E dopo aver portato a Bergamo Joakim Maehle, già utilizzato da Gasperini, ha già messo le mani pure su Viktor Kovalenko. 25 anni a febbraio, centrocampista dello Shakhtar Donetsk, già con un precontratto in mano in vista della prossima stagione ma pronto ad arrivare già entro il 1° febbraio, a sei mesi dalla scadenza del suo contratto. L'erede del Papu può essere lui.
| Tabellone: le ufficialità di gennaio | Quando finisce il calciomercato? Le deadline | Tutte le news |

Il boom di Kovalenko: dalla Youth League ai Mondiali Under 20

Calciomercato 2020-2021
Tabellone di mercato: tutti gli acquisti e le cessioni di gennaio
31/12/2020 A 12:17
Kovalenko ha trascorso l'intera carriera nello Shakhtar, che se l'è cresciuto in casa fino a farlo esordire in prima squadra nel 2014. Da ragazzino era considerato uno dei grandi prospetti del calcio locale. In quello stesso anno si è issato fino alla finale di Youth League, segnando al Chelsea in finale (persa però per 3-2). E nel 2015 ha partecipato con l'Ucraina Under 20 al Mondiale di categoria svoltosi in Nuova Zelanda, vinto dalla Serbia di Sergej Milinkovic-Savic in finale sul Brasile, laureandosi capocannoniere del torneo con cinque reti. Assieme a lui, sul trono, la meteora ungherese Bence Mervò. Ma se uno gioca in prima divisione magiara col Budafok, l'altro ha appena sfidato il Real Madrid in Champions League e Spagna e Germania in Nations League. Una bella differenza.
È un giocatore molto promettente e di certo avrà un bellissimo futuro. Ha tutte le qualità necessarie [Mircea Lucescu, 2015]

Kovalenko con l'Ucraina

Credit Foto Getty Images

Oggi ragazzino non lo è più, Kovalenko. Ma continua lo stesso a godere di un'ottima considerazione, giustificata dal suo rendimento in campo e dalla sua capacità di attuare in più zone del campo: non solo trequartista, come faceva nel 4-2-3-1 di Paulo Fonseca, ma anche mezzala, ruolo in cui spesso lo utilizzano sia Luis Castro che Andriy Shevchenko nell'Ucraina, o regista. Una sorta di centrocampista totale che eccelle per le proprie capacità tecniche e per i tempi d'inserimento. Una capacità che gli è fruttata un numero non indifferente di gol: il suo record in campionato è di 7 (2016/17 2018/19), mentre in questa stagione ne ha segnati 4 in 8 presenze prima della sosta invernale della Premier League.

I numeri di Kovalenko

STAGIONEPRESENZE TOTALIGOL
2014/1520
2015/16464
2016/173810
2017/18375
2018/19377
2019/20272
2020/21114

Quelle due sfide contro l'Atalanta

Kovalenko è compagno di nazionale di Ruslan Malinovskyi, che ora si appresta a ritrovare a Bergamo. Ma il suo legame con l'Italia non si ferma qui: a dicembre ha sfidato l'Inter a San Siro nei gironi di Champions League, in una gara che ha segnato la precoce estromissione nerazzurra dall'Europa. Nella scorsa stagione, invece, se l'è vista proprio contro l'Atalanta. Nel match d'andata giocato a Milano ha dato il proprio contributo alla vittoria dello Shakhtar, senza eccellere. Mentre al ritorno è affondato assieme al resto della barca arancioneroverde, assistendo al trionfo della formazione di Gasperini.
Gioca tra le linee cercando di creare superiorità numerica, trova il gol con un destro sotto la traversa ma la sua rete viene annullata per un fuorigioco a inizio azione. Nullo nella ripresa [dalle pagelle di Shakhtar-Atalanta 0-3, 11 dicembre 2019]

Freuler contro Kovalenko in Shakhtar-Atalanta

Credit Foto Getty Images

Come giocherà Kovalenko nell'Atalanta?

Il vuoto lasciato dal Papu non è stato particolarmente avvertito dall'Atalanta. Né sul piano dei risultati, né dal punto di vista della sua sostituzione in campo. Da Pessina a Malinovskyi, i surrogati non sono mancati. Facile, dunque, immaginare che Kovalenko andrà a piazzarsi proprio lì, tra le linee, in coppia con Ilicic e alle spalle dell'unico centravanti. Ma la duttilità del calciatore dello Shakhtar potrebbe consentirgli in occasioni particolari di giostrare anche nei due di centrocampo, come saltuariamente accaduto anche allo stesso Malinovskyi. Di certo, l'Atalanta sta per portarsi a casa un calciatore di talento. L'ennesimo.

Moioli: "Io, Goggia e l'Atalanta, un tris di vittorie perfetto"

Calciomercato 2020-2021
Calciomercato, c'è tempo fino alle 20 in Serie A. Tutte le deadline
19/12/2020 A 16:16
Calciomercato 2020-2021
Milan, idea Douglas Costa; Kovalenko verso l'Atalanta
29/01/2021 A 19:59