=== Roma ===

ALISSON 8 - Il brasiliano è determinante e compie nove parate per blindare la porta e lo 0-0 casalingo. Sia in uscita che tra i pali è perfetto. Santo subito.
BRUNO PERES 5 - Il pubblico dell'Olimpico invoca Florenzi ed è difficile dargli torto. La difesa a 4 non fa per lui per gli arcinoti limiti in fase difensiva, Filipe Luis lo fa soffrire.
Champions League
Alisson salva la Roma: con l’Atletico Madrid è 0-0
12/09/2017 ALLE 18:02
Kostas MANOLAS 6,5 - Il salvataggio su Koke è un mix di intuito ed esplosività e vale mezzo punto in più perché è un gol salvato. Serata non facile, trema nel finale.
JUAN JESUS 5,5 – In impostazione sbaglia parecchio e dietro patisce l’uno contro uno. In particolare, rimedia una brutta figura con il neoentrato Correa.
Aleksándar KOLAROV 5,5 – Si limita quasi solo alla fase difensiva e perde molto del suo potenziale.
Radja NAINGGOLAN 6,5 – Un gladiatore, il solito leone indomabile anche in una serata in cui non può sfoderare gli inserimenti e le sue doti offensive, eccetto un missile disinnescato da Oblak. Esce stremato con i crampi dopo aver dato tutto (dal 79’ Lorenzo PELLEGRINI s.v.).
Daniele DE ROSSI 5,5 – Nel finale perde un brutto pallone e, in generale, soffre il dinamismo dei centrocampisti avversari. Da difensore aggiunto aiuta, ma al 91’ si perde la marcatura di Saul, un errore che poteva costare carissimo.
Kevin STROOTMAN 5 – Macchinoso, negli ultimi minuti si danna l’anima ma non può bastare. La sua lentezza, forse anche per una condizione fisica deficitaria, lo penalizza.
Gregoire DEFREL 5 – In avanti è impreciso, dietro perde palloni sanguinosi al limite dell’area. Esordio negativo. Alla prossima (dal 68’ Federico FAZIO 6 – Il suo ingresso mette tranquillità alla squadra e la linea a tre dietro sembra fatta per questa Roma).
Edin DZEKO 5 – Il bosniaco se la prende con il tecnico per il sistema di gioco che non si sposa con questa Roma. Isolato, lotta sul fronte offensivo ma non colpisce quasi mai. L’unica volta svirgola (dall’89’ Stephan EL SHAARAWY s.v.).
Diego PEROTTI 6 – Il migliore nel reparto d’attacco. Cerca sempre il dribbling e l’uno contro uno per creare superiorità numerica. Gli manca la stoccata, ma la sua personalità emerge. Si lascia cadere in un paio di occasioni cercando rigori un po’ generosi.
All. Eusebio DI FRANCESCO 5 – Non ci siamo. Il 4-3-3 non è il sistema adatto a questa Roma o perlomeno non lo è ancora. Trova più certezze con un difensore in più. La strada è lunga e la Champions non aspetta.

Radja Nainggolan Roma Atletico Madrid 2017

Credit Foto LaPresse

=== Atletico Madrid ===

Jan OBLAK 6,5 - Bravo e fortunato sulla botta di Nainggolan nel primo tempo. Para ciò che deve parare, è affidabile e sicuro.
JUANFRAN 6 – Rischia qualcosa contro Perotti, ma se la cava con l’esperienza. Si propone in fase offensiva solo nella ripresa.
Stefan SAVIC 6,5 – Neutralizza Dzeko senza problemi, la coppia che forma con Godin è collaudata.
Diego GODIN 6,5 – Sulle palle inattive non ha chance di incidere. Quello che conta, però, è la solita cerniera che limita gli attaccanti avversari.
FILIPE LUIS 6,5 – Contro Bruno Peres perde un solo duello, gli altri li vince tutti. La catena di sinistra dei Colchoneros diventa un incubo per Bruno Peres e Defrel: è lì che si vede il gap.
SAUL Niguez 6 – Ispirato, pericoloso, ma come si fa a sbagliare un gol come quello fallito al 91’? Questo errore costa due punti e pesa sulla valutazione.
THOMAS 6,5 - Il ragazzo ghanese è un motorino e mette tutto il suo fisico in mostra contro Strootman e De Rossi.
GABI 5 – Il suo compito è alzarsi su De Rossi e non farlo ragionare. È l’anello debole del centrocampo degli spagnoli, è troppo lento (dal 62’ Yannick CARRASCO 6 – Entra con personalità e sbatte contro Alisson).
KOKE 6 – Ha un’occasione d’oro e supera anche Alisson, ma non Manolas in versione ultimo baluardo. Cala un po’ alla distanza.
Antoine GRIEZMANN 5,5 – Un paio di conclusioni non sono da vero Griezmann. Si libera della marcatura dei centrali, ma non è preciso (dal 79’ Nicolas GAITAN s.v.).
Luciano VIETTO 5,5 – Su pallone perso da Defrel tira centralmente e questa volta passi. È imperdonabile, però, l’errore, sull’invito di Saul, quando si ritrova da solo davanti ad Alisson. Sprecone, i movimenti offensivi però sono giusti (dal 58’ Angel CORREA 6 – Doveva giocare dall’inizio e lo ricorda a Simeone come meglio gli riesce. In effetti, è Alisson a rovinargli la serata).
All. Diego Pablo SIMEONE 6 – L’Atletico crea molto ma non concretizza. Un pareggio fuori casa non compromette nulla, l’impressione è che manchi un finalizzatore accanto a Griezmann.
Serie B
Venezia, si scatena Pohjanpalo. Il Modena batte anche la SPAL
UN GIORNO FA
Calciomercato
Nainggolan potrebbe tornare in Italia a gennaio: il Monza ci pensa
28/11/2022 ALLE 14:54