Sparta Praga-Milan, match della sesta giornata di Europa League, si è concluso 1-0 per gli uomini di Stefano Pioli grazie al gol nel primo tempo di Hauge: con questo risultato, anche in virtù del 3-2 del Celtic sul Lille, i rossoneri si qualificano ai sedicesimi di finale da prima del girone. Nella ripresa espulso Plechaty per fallo su Leao, Tatarusanu decisivo nel recupero. Vediamo ora i voti ai protagonisti della sfida.

Il gol di Hauge in Sparta Praga-Milan

Credit Foto Getty Images

Serie A
Da Cortinovis a Vorlicky: i nuovi gioielli dell'Atalanta
UN' ORA FA

Le pagelle del Milan

Ciprian TATARUSANU 7 – Buon intervento in avvio di ripresa su Krejci, ma soprattutto la parata nel recupero su Karlsson lanciato a rete: giocata decisiva per la vittoria rossonera.

Andrea CONTI 6 – Partita di ordinaria amministrazione: Dalot dall’altra parte spinge di più, l’ex Atalanta fa più contenimento. E lo fa con ordine e applicazione.

Pierre KALULU 6,5 – In avvio di partita pasticcia un po’: deve solo carburare, cresce di livello con il passare dei minuti. Bada poco all’estetica: partita di sostanza.

Leo DUARTE 6 – In impostazione è da rivedere, ma nelle chiusure fa il suo con puntualità e precisione, senza strafare.

Diogo DALOT 6,5 – Il gol di Hauge parte da un suo ottimo spunto, non l’unica giocata degna di nota: spinge senza farselo chiedere due volte. Nel finale è tentennante nell'occasione in cui Tatarusanu salva su Karlsson.

Pioli: "Il Milan è una squadra vera ora"

Rade KRUNIC 5,5 – L'unica insufficienza in casa Millan: si limita a giocate semplici, poco male se andassero sempre in porto. Il problema è che c'è anche troppa imprecisione.

Sandro TONALI 6,5 – Buoni break, giocate essenziali in impostazione ma è quello che serve: gioca pulito e senza sbagliare praticamente mai. E nella ripresa azzarda di più.

Samu CASTILLEJO 6 – Viene spesso dentro al campo e sa rendersi pericoloso, oltre a cercare spesso interessanti palloni per i compagni all’interno dell’area di rigore. Nella ripresa spreca un ottimo contropiede, non servendo Maldini per cercare una difficile conclusione da fuori.

Daniel MALDINI 6,5 – Molto ispirato e con un ottimo spirito di sacrificio: è attento in copertura e in un paio di occasioni è bravo a ribaltare le azioni. Il prossimo passo da fare è la ricerca di più concretezza. (Dal 78’ Frank KESSIE S.V.)

Jens Petter HAUGE 7 – Non chiamatelo più sorpresa. Il norvegese trascina ancora il Milan con quello che ormai è il suo marchio di fabbrica: azione individuale sulla sinistra (con tunnel) e piatto destro a pescare l'angolino del secondo palo. Ma c'è anche il sacrificio a rendere totale la prestazione del nuovo talento rossonero. (Dal 91' Brahim DIAZ S.V.)

Lorenzo COLOMBO 6 – Gioca di sponda e fa la guerra con la difesa dello Sparta Praga. Il più delle volte è bravo nella protezione palla e negli smistamenti, ma qualche volte pecca in irruenza. Non ha occasioni per segnare. (Dal 67’ Rafael LEAO 6,5 – Entra bene: recupera palla e subisce il fallo da espulsione di Plechaty)

All. Stefano PIOLI 7 – Il Milan ha un'identità ben precisa, chiunque scenda in campo. Vero, questo Sparta Praga non può far paura. Ma vincere con determinazione non è mai scontato: il primo posto è il giusto riconoscimento al lavoro del Diavolo.

Le pagelle dello Sparta Praga

Heka 5,5; Vitik 6, Plechaty 5, Lischka 5,5; Wiesne 5,5r, Sacek 6(dal 82' Krejci S.V.), Soucek 6,5, Karabec 5,5 (dal 45' Krejci 6), Polidar 5,5; Minchev 5 (dal 65' Julis 5,5), Plavsic 6,5 (dal 67' Karlsson 5,5). All. Kotal 5,5

Serie A
Ibrahimovic grandi numeri: contro l'Atalanta fa 600
3 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Gomez, c'è il Siviglia; United su Koulibaly
16 ORE FA