La strada che conduce verso lo Scudetto passa da Milano. Ed era ora, verrebbe da dire. Dopo un decennio di incontrastato dominio della Juventus e dopo stagioni molto complicate sia per i rossoneri che per i nerazzurri, stavolta il Derby della Madonnina non mette in palio solo la supremazia cittadina, ma punti pesantissimi in ottica titolo. L'Inter si presenta alla sfida da capolista con un punto di vantaggio sul Milan dopo il sorpasso effettuato lo scorso weekend. Una situazione opposta rispetto a quella che aveva fatto da preludio all'ultimo, vero derby Scudetto andato in scena 10 anni fa: era infatti dal 2 aprile 2011 che le milanesi non si affrontavano da prime della classe nel girone di ritorno.

L'Inter post Triplete e il derby di Leonardo

La stagione 2010-11 aveva segnato l'avvento di Rafa Benitez sulla panchina dell'Inter e di Massimiliano Allegri su quella del Milan. I nerazzurri, freschi di Triplete con Mourinho, avevano tuttavia cambiato guida tecnica a metà stagione: Benitez out e dentro Leonardo, ingaggiato alla vigilia di Natale da Massimo Moratti con una mossa mal digerita dai tifosi milanisti, visto il trascorso in rossonero del brasiliano.
Serie A
Milan-Inter: probabili formazioni e statistiche
19/02/2021 A 07:43
Alla 31esima giornata la resa dei conti: il Milan, forte di 2 punti di vantaggio sui cugini ma reduce da un'inopinata sconfitta a Palermo, sblocca la partita dopo 47 secondi grazie a Pato, raddoppia al 61' con lo stesso brasiliano e mette il sigillo finale con un rigore trasformato da Cassano al 90'. Un 3-0 che proietta la squadra di Allegri a +5 e che consente al Diavolo di mettere le mani su quello che diventerà il 18esimo Scudetto della sua storia.

L'esultanza di Alexandre Pato - Milan-Inter Serie A 2010-11

Credit Foto Getty Images

Ibrahimovic e un derby da spettatore

Gli unici due giocatori che, come dieci anni fa, indossano ancora le maglie di Inter e Milan sono Ranocchia e Ibrahimovic. Il difensore componeva la coppia di difensori centrali nerazzurri insieme a Chivu, lo svedese era uno dei punti di forza dei rossoneri di Allegri ma quella sera era stato costretto a vivere la sfida dalla tribuna perché squalificato. Oltre a loro, gli altri giocatori ancora in attività sono Thiago Silva (Chelsea), Pato (Orlando City), Boateng (Monza), Pandev (Genoa) e Maicon (Sona). Robinho e Flamini sono svincolati.

Robinho e Ranocchia - Milan-Inter Serie A 2010-11

Credit Foto Getty Images

Il derby del 2 aprile 2011: il tabellino

MILAN-INTER 3-0
MILAN: Abbiati, Abate, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta, Gattuso (51' Flamini), Van Bommel, Seedorf, Boateng, Pato (84' Emanuelson), Robinho (80' Cassano). All.: Allegri.
INTER: Julio Cesar, Maicon, Ranocchia, Chivu, J. Zanetti, Cambiasso (71' Stankovic), Thiago Motta, Sneijder, Pandev (55' Cordoba), Pazzini (63' Milito), Eto'o. All.: Leonardo.
ARBITRO: Nicola Rizzoli della sezione di Bologna.
GOL: 1', 62' Pato (M), 90' rig. Cassano (M).
ESPULSI: 54' Chivu (I), 92' Cassano (M).

Berlusconi: "Ultimamente mi è capitato di tifare Inter"

Europa League
Milan, pari amaro: Pavkov al 93', 2-2 a Belgrado
18/02/2021 A 17:30
Serie A
Lo Scudetto sarà dell'Inter: così dice l'algoritmo del CIES
15/02/2021 A 17:31