A poche ore dal suo primo 'Derby della Madonnina' contro il Milan, Achraf Hakimi ha raccontato ai microfoni di beIN SPORTS alcuni retroscena del passaggio in nerazzurro dal Real Madrid e i motivi che lo hanno spinto a firmare con il club di viale della Liberazione:

È un onore far parte di un club leggendario come l’Inter. Grandi giocatori hanno giocatori qui a San Siro. Voglio dimostrare che il club ha avuto ragione a puntare su di me. Sono molto felice di conoscere un nuovo campionato. Imparerò molto e migliorerò, ne sono sicuro
Serie A
Inter-Milan, reparto per reparto: chi parte favorito?
17/10/2020 A 08:00

L’ex Borussia Dortmund, pronto a dare battaglia a Theo Hernandez sull'altra sponda di Milano, ha poi aggiunto: “Ho parlato con Javier Zanetti quando ho firmato il contratto. Ci siamo visti i giorni seguenti nel centro sportivo. Lui è una vera leggenda – riporta Le10sport.com – un simbolo dell’Inter. Spero davvero di seguire le sue orme: è stato un grande terzino ed è un modello per me. Ho anche parlato con l’allenatore (Antonio Conte, ndr) prima di firmare e c’è stato da subito un buon feeling. Lui mi ha detto che gli piaceva molto il mio modo di giocare e questa cosa è stata importante nella scelta finale. Credo che sia molto importante sentire la fiducia dell’allenatore e che ti voglia davvero“.

Conte: "Hakimi ha potenziale, speriamo continui così"

Serie A
Inter-Milan: com’è strano il primo derby del Covid
16/10/2020 A 07:55
Serie A
Inter-Milan: Hakimi contro Theo, che spettacolo!
13/10/2020 A 11:45