Sono Cittadella e Venezia ad approdare alle semifinali playoff di cadetteria per staccare il terzo e ultimo pass a disposizione per la Serie A dopo le promozioni dirette di Empoli e Salernitana. Ad attendere i granata di Roberto Venturato, il Monza di Cristian Brocchi. Gli arancioneroverdi di Paolo Zanetti, invece, sfideranno il Lecce. Le gare saranno di andata e ritorno con le due squadre peggio classificate al termine della regular season (Cittadella e Venezia, per l'appunto) a disputare la prima gara in casa. Niente supplementari: in caso di parità di gol al 90' della gara di ritorno, si qualifica alla finale la squadra meglio classificata in coda alle 38 giornate. La giornata preliminare di spareggi parte dal "Tombolato" nella sfida tra sesta contro settima: il fischio d'inizio arriva alle 18,30, con mezz'ora di ritardo, per alcuni disguidi alla regia VAR, presente in questi playoff di B. Il gol che decide il match arriva in coda al primo tempo: cross dalla sinistra di Rosafio ed imperioso colpo di testa di Proia. Nulla da fare per l'estremo difensore finlandese delle rondinelle Joronen. Il quale, nel corso della ripresa, chiude la saracinesca in faccia a Tsadjout, che spreca il possibile 2-0. Al 92', Brescia vicinissimo al pari (che avrebbe spinto la gara ai supplementari): la conclusione di Cistana viene deviata da Bjarnason, ma il pallone finisce fuori di un soffio. E' 1-0 e il Cittadella fa festa.
La gara del "Penzo" tra quinta contro ottava, invece, inizia subito a tinte forti: al minuto numero 8, la VAR cancella al Venezia un gol in girata di Aramu (al 5') per fuorigioco. Palla ribattuta e il Chievo ottiene un calcio di rigore: cross dalla destra di Canotto e mani in area di Taugourdeau. Dal dischetto, Mäenpää riesce solo a toccare la potentissima trasformazione dagli undici metri di Garritano. Il Venezia, di fatto, è scioccato al ribaltamento di sorte e, addirittura, poco più tardi rischia di affondare sul contropiede del rapidissimo Canotto il quale, a tu per tu con Mäenpää, conclude sui cartelloni pubblicitari. Nella ripresa, i ritmi restano altissimi e se ne vedono di tutti i colori: passano 3' e, dopo un buco difensivo di Ceccaroni, Canotto s'invola in contropiede servendo col tacco l'accorrente Bertagnoli che, incredibilmente, da due passi, colpisce in pieno il palo. Bertagnoli che, al 60', la combinerà ancora più grossa: sugli sviluppi di un cross dalla destra di Aramu, il numero 26 clivense insacca di testa nella propria porta. E' 1-1, ma il Venezia rimane contratto, tanto che - al 79', su punizione a giro del neoentrato Margiotta, il Chievo colpisce un altro legno, questa volta la traversa. Si va ai supplementari e, al 103', su sponda tra subentrati, Djordjevic serve Di Gaudio, spinto a terra nei pressi dell'area piccola da Ferrarini. Dal dischetto non c'è più Garritano (sostituito), bensì Mogos, abilissimo a spiazzare Mäenpää. Il primo tempo supplementare si chiude col Chievo avanti. Nel secondo, dopo un tiro respinto a Ferrarini da Semper, Maleh difende il pallone in area prima di scaraventarlo in fondo al sacco: 2-2. Il Chievo non c'è più e, al 116' Johnsen, su errore di Cotali, se ne va in contropiede saltando tre uomini e insaccando con una deviazione in scivolata di Mogos il pallone del 3-2. Nel finale, Forte guadagna un penalty, ma al 121', se lo fa parare da Semper. La gioia del Venezia esplode comunque.
Serie B
Castori, Tutino e il guaio Lotito: i segreti della Salernitana
11/05/2021 A 05:17

Il programma delle semifinali

  • CITTADELLA-MONZA - Lunedì 17 maggio 2021 ore 18,30 al "Tombolato" e giovedì 20 maggio 2021 ore 20,45 al "Brianteo/U-Power Stadium"
  • VENEZIA-LECCE - Lunedì 17 maggio 2021 ore 21 al "Penzo" e giovedì 20 maggio 2021 ore 18,30 al "Via del Mare"

I tabellini

VENEZIA-CHIEVO 3-2 dts (1-1 al termine dei 90')
Venezia (4-3-1-2): Mäenpää; Mazzocchi (82' Ferrarini), Svoboda, Ceccaroni, Ricci (46' Felicioli); Crnigoj (56' Johnsen), Taugourdeau (73' Fiordilino), Maleh; Aramu (98' Dezi); Forte, Di Mariano. All.: Zanetti.
Chievo Verona (4-4-2): Semper; Mogos, Väisänen, Rigione, Cotali; Garritano (75' Margiotta), Obi, Palmiero (100' Djordjevic), Bertagnoli (88' Zueli); Canotto, Fabbro (64' Di Gaudio). All.: Aglietti.
Arbitro: Simone Sozza di Seregno.
Gol: 10' rig. Garritano (C), 60' aut. Bertagnoli (V), 104' rig. Mogos (C), 107' Maleh (V), 116' Johnsen (V).
Assist: -.
Note - Recupero: 4+5+1+1. Al 121' Semper (C) para un calcio di rigore a Forte (V). Ammoniti: Garritano, Ricci, Crnigoj, Svoboda, Bertagnoli, Fiordilino, Johnsen, Maleh, Cotali, Margiotta.
CITTADELLA-BRESCIA 1-0
Cittadella (4-3-1-2): Kastrati; Ghiringhelli, Frare, Adorni, D. Donnarumma; Proia, Iori, Branca (70' Gargiulo); Vita (70' Pavan); Tsadjout (82' Baldini), Beretta (19' Rosafio, 82' Ogunseye). All.: Venturato.
Brescia (4-3-1-2): Joronen; Karacic, Cistana, Mangraviti, Martella; Labojko (89' Spalek), Van de Looi (64' Pajac), Jagiello (64' Ragusa); Bjarnason; A. Donnarumma, Ayè. All. Clotet.
Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce.
Gol: 39' Proia (C).
Assist: Rosafio (C, 1-0).
Note - Recupero: 1+4. Ammoniti: Adorni, Branca, D. Donnarumma.

Galliani ai tifosi: "Quando rischiavo la vita pensavo al Monza"

Serie B
Playoff Serie B: squadre partecipanti, date e regolamento
10/05/2021 A 16:12
Serie B
Forte-gol e il Venezia sogna: 1-0 al Lecce, ma resta tutto aperto
17/05/2021 A 18:32