Era la tappa più difficile del Giro. Non per via delle salite, ma per i quattro settori di sterrato che hanno tagliato le gambe ai capitani. Una roba del genere l'avevamo già vista, col pavé, al Tour de France 2014. Quello vinto da Vincenzo Nibali che sul pavé di Arenberg mise in fila tutti, dando distacchi paurosi ai rivali di classifica, Contador compreso. Siamo sulla falsa riga di quella tappa, ed esce di scena (definitivamente?) Evenepoel che già nel primo settore era in difficoltà. Rientra, si ristacca e poi al terzo saluta la compagnia, con Almeida che neanche si ferma ad aspettarlo. Il portoghese viene richiamato in un secondo momento, ma è troppo tardi per il belga che finisce a più di 2 minuti di ritardo. Fosse solo Evenepoel però il problema, visto che Bernal stacca tutti. Sull'ultima salita, una volta finito lo sterrato, fa cadere Soler, Ciccone, Bardet, Simon Yates, Hugh Carthy e Caruso. Solo Vlasov prova a inseguirlo, ma anche il russo si deve arrendere. Bernal va a doppia velocità e si dimentica del mal di schiena: ora il più vicino in classifica è Vlasov che paga 45'', tutti gli altri sono ad oltre 1'. Giro d'Italia già finito? Ah, per la cronaca: c'erano Gavazzi, Battaglin e Covi in fuga. Il corridore dell'UAE se la gioca fino alla fine, ma viene battuto in volata dal giovane Schmid.
BERNAL PADRONE: GIRO D'ITALIA GIÀ FINITO?

La nuova classifica generale

Giro d'Italia
Giro d'Italia: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
08/05/2021 A 21:47
CorridoreTempo
1. Egan Bernal42h35'21''
2. Aleksandr Vlasov+45''
3. Damiano Caruso+1'12''
4. Hugh Carthy+1'17''
5. Simon Yates+1'22''
6. Emanuel Buchmann+1'50''
7. Remco Evenepoel+2'22''
8. Giulio Ciccone+2'24''
9. Tobias Foss+2'49''
10. Daniel Martínez+3'15''

Bernal scatenato! Tre attacchi, Evenepoel e gli altri cedono

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | La classifica generale | L'Albo d'oro del Giro |

11 in fuga: il gruppo si disinteressa

Lo sterrato fa paura e le squadre preferiscono lasciare andare la fuga, per non concedere la vittoria ad un potenziale rivale. Parte quindi un drappello di 11 uomini composto da Lindeman e Schmid (Qhubeka Assos), van der Hoorn (Intermarché-Wanty-Gobert), Kluge e Vanhoucke (Lotto Soudal), Battaglian (Bardiani-CSF-Faizané), Gavazzi (Eolo Kometa), Naesen (AG2R Citroën), De Bondt (Alpecin Fenix), Guglielmi (Groupama-FDJ) e Covi (UAE Emirates). Gli 11 prendono anche 13 minuti di vantaggio sul gruppo guidato a velocità moderata dalla Ineos Grenadiers di Bernal.
Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discovery+: scopri l'offerta bomba

Nibali in testa sullo sterrato! Lo Squalo lavora per Ciccone

Ganna e Moscon da paura: vince Schmid

Comincia lo sterrato e gli 11 fuggitivi hanno 14' di vantaggio sul gruppo. Nibali guida Ciccone, Ganna guida Bernal e aumenta l'andatura. Si staccano invece Simon Yates, Vlasov e Evenepoel, anche se riescono a rientrare proprio dopo il primo tratto. Nel secondo non si vedono più Daniel Martin e Formolo che sono i primi sconfitti di giornata. Dal gruppo prova ad evadere la coppia Foss-George Bennett, ma i due vengono ripresi da Moscon. Sul terzo settore di sterrato si stacca ancora Evenepoel e Bernal accelera nuovamente grazie alle trainate di Moscon. Evenepoel finisce addirittura a 1' di ritardo ed ecco che la Deceuninck Quick Step ferma Almeida per aiutare il belga ed evitare la disfatta. Davanti restano solo in tre: Schmid, De Bondt e Covi a giocarsi la tappa. Il campione nazionale belga si stacca sull'ultimo GPM, ma c'è ancora una rampa al 12% da affrontare. Schmid ne ha di più e batti Covi a Montalcino, prendendosi così la prima vittoria in carriera.

Covi ci prova, ma a Montalcino vince Schmid: rivivi la volata

Bernal impressiona: Vlasov l'ultimo a mollare. Ko Ciccone e Evenepoel

Nell'ultimo tratto di sterrato prova un'accelerazione Soler, inseguito da Bernal e Ciccone. Si susseguono scatti e controscatti. Si fanno vedere anche Buchmann, Hugh Carthy e Vlasov, fiammate che fanno male. Perché, proprio al GPM di Passo del Lume Spento, si spegne la luce prima per Nibali poi per Ciccone che si staccano dai migliori. Sull'accelerata di Vlasov, parte in contropiede Bernal che li fa tutti secchi e arriverà con un buon margine su tutti i rivali a Montalcino. Non sono distacchi che chiudono la corsa, ma Bernal ha già messo una bella distanza tra sé e gli altri. L'unico sotto il minuto è Vlasov, e le salite devono ancora arrivare.

Evenepoel infuriato con l'ammiraglia: getta via l'auricolare

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Mauro Schmid4h01'55''
2. Alessandro Covi+1''
3. Harm Vanhoucke+26''
4. Dries De Bondt+41''
5. Simon Guglielmi+41''
6. Enrico Battaglin+44''
7. Roger Kluge+1'23''
8. Francesco Gavazzi+1'37''
9. Taco van der Hoorn+1'43''
10. Lawrence Naesen+1'59''
11. Egan Bernal+3'09''
12. Emanuel Buchmann+3'12''
13. Aleksandr Vlasov+3'32''
14. Damiano Caruso+3'35''
15. Simon Yates+3'35''
CHI VINCE IL GIRO 2021?

Si entra nello sterrato e Evenepoel va in difficoltà

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53