Filippo Ganna non è più il leader del Giro d'Italia, ma la maglia rosa resta italiana (guarda la classifica completa). Una bella notizia. A prendersi la vetta della generale è stato Alessandro De Marchi che non è riuscito a tenere il passo di Dombrowski nel finale della tappa di Sestola, ma ha tenuto duro e si è preso quel rosa che lo ha fatto scoppiare in lacrime. Una bella emozione vederlo così felice dopo anni di sacrifici. Per il quarto giorno consecutivo (nelle prime 4 tappe), dunque, la maglia rosa sarà sulle spalle di un italiano. Cosa che non capitava da 14 anni.

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | La classifica generale | L'Albo d'oro del Giro |
Giro d'Italia
Giro d'Italia: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
08/05/2021 A 21:47

Maglia rosa a De Marchi

Un sogno che è finalmente diventato realtà. Al suo 14° Grande Giro, a quasi 36 anni, Alessandro De Marchi ha finalmente indossato la sua prima maglia rosa. Una vita dedicata alle fughe, pochissime vittorie ma buone. Fughe che gli hanno permesso di vincere un Giro dell'Emilia, una tappa al Giro del Delfinato ma, soprattutto, tre tappe in carriera alla Vuelta. Lui ci ha provato anche oggi al Giro d'Italia, ma a spuntarla è stato Dombrowski. Poco male, niente braccia al cielo, ma è arrivata una maglia rosa bellissima che ha fatto chiudere il cerchio. Dopo tanti anni di sacrifici. Complimenti
Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discovery+: scopri l'offerta bomba

De Marchi in lacrime: il Rosso di Buja veste la maglia rosa

De Marchi: "La maglia rosa? Un sogno per noi italiani"

Ganna dopo tre giorni lascia la rosa, ma che bravo!

E dopo tre giorni, perde la maglia rosa Filippo Ganna che già sapeva di dover lasciare il simbolo della leadership della classifica generale. Lui sperava ovviamente di lasciarla ad un compagno di squadra: perché no Moscon o addirittura Bernal. Il colombiano ha risposto presente, ed è stato uno dei migliori in salita, ma alla fine è stato una della fuga, De Marchi, a diventare il nuovo leader. Poco male. Il suo lavoro Ganna l'ha fatto, andando a tirare sin dai primi km per non lasciare troppo spazio nella fuga. Anche questa volta ha dimostrato grande spirito di squadra facendosi tutta la tappa in testa, facendo risparmiare la gamba a tutti i suoi compagni in vista di tappe future e più impegnative. Bravo Ganna che in questo Giro ha già piazzato la prima parla con quella fantastica cronometro di Torino.

Ganna spazza via tutti: è maglia rosa. Rivivi la cavalcata vincente

Non succedeva dal 2007

4 maglie rose italiane consecutive nelle prime 4 tappe? Non accadeva dall'edizione 2007, quando Enrico Gasparotto e Danilo Di Luca indossarono la maglia rosa nei primi 4 giorni. Alternandosi: Gasparotto alla 1a, Di Luca alla 2a, Gasparotto alla 3a e ancora Di Luca alla 4a. Quella fu un'edizione del Giro molto particolare perché ad indossare la maglia rosa furono solo corridori italiani. Toccò anche a Marco Pinotti e Andrea Noé. Di Luca poi la riprese a Briançon, alla 12a tappa, in quella fu la vittoria significativa di quel Giro d'Italia. Non lasciò più la rosa portandola fino alla frazione conclusiva di Milano. Di Luca che vinse quel Giro con 1'55' di vantaggio su Andy Schleck: poi Mazzoleni, Simoni, Cunego e Riccò. Un altro ciclismo.

Giro 360, tappa 4: Rosa di Buja, De Marchi leader a Sestola

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53