Ora che si è sbloccato, non vuole più fermarsi. Che gamba quella di André Greipel che, dopo aver vinto qualche giorno fa il Trofeo Alcudia, si ripete anche nella quarta tappa della Vuelta a Andalucia con una volata di prepotenza su gente come Hodeg, l'ex campione del mondo Mads Pedersen e Kristoff. Insomma, un parterre di tutto rispetto. E per arrivare a questa tappa bisognava resistere e resistere dopo tre frazioni tutte all'insù, basta considerare che non è arrivato a questo appuntamento Cavendish fuori causa dopo due tappe. Doveva esserci proprio la sfida tra Greipel e Cavendish, i due decani del ciclismo. Uno 157 vittorie grazie al Trofeo Alcudia, l'altro 150 grazie al Giro di Turchia. A battersi i pugni sul petto, come una volta, è però Greipel che fa 158 e dimostra di non volersi fare. Prossimo obiettivo il Tour de France?

La top 10 dei ciclisti più vincenti di sempre

CorridoriSuccessi
1. Eddy Merckx286
2. Mario Cipollini166
3. Roger De Vlaeminck164
3. Rik Van Looy164
5. André Greipel158
6. Sean Kelly156
7. Alessandro Petacchi153
8. Francesco Moser151
9. Mark Cavendish150
10. Freddy Maertens147
Giro d'Italia
Giro d'Italia: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
08/05/2021 A 21:47

"Il Gorilla si batte ancora il petto": 158 vittorie per Greipel

Giro: classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | La classifica generale | L'Albo d'oro del Giro |
Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discovery+: scopri l'offerta bomba

Cronaca

Protesta dei corridori per la sicurezza sulle strade spagnole e la quarta frazione comincia con 10 minuti di ritardo. Parte poi la tappa e la fuga di giornata, all'attacco vanno Perry (Astana), Maté (Euskaltel Euskadi), Ghys e Van Poucke (Vlaanderen-Baloise), Jordi López (Kern Pharma), Cantón e Ander Okamika (Burgos). I 6 al comando non vanno oltre i 2 minuti di vantaggio, con il gruppo guidato da Israel, Deceuninck Quick Step e Trek Segafredo. Sono le squadre di Greipel, Hodeg e Mads Pedersen che non vogliono perdere l'occasione di arrivare in volata dopo tre tappe durissime.
Il gruppo rinviene minaccioso e Cantón prova il tentativo in solitaria, seguito poi da Ghys e Van Poucke. I tre non vanno da nessuna parte perché il gruppo è immediatamente alle loro spalle, ed ecco che Cantón ci riprova per l'onore di essere il combattivo di giornata. Fuga neutralizzata ai -3 dal traguardo ed ecco cominciano i lavori per impostare la volata. La Israel prende il comando, ma gli ultimi metri sono un po' confusionari. Sulla sinistra si crea la bagarre con Kristoff, Hodeg, Mads Pedersen e Hayter (oggi versione velocista), ma sulla destra vola Greipel. La strada è sgombra, è lui va al triplo vincendo senza problemi davanti a Hodeg e Pedersen. Si piazzerà anche il suo compagno di squadra Rick Zabel (6°). Hayter 8° davanti all'italiano Konychev (9°) della BikeExchange. 15° Marco Canola della Gazprom-RusVelo.

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. André Greipel4h37'12''
2. Álvaro Hodegst
3. Mads Pedersenst
4. Alexander Kristoffst
5. Alex Kirschst
6. Rick Zabelst
7. Enrique Sanzst
8. Ethan Hayterst
9. Alexander Konychevst
10. Tobias Bayterst

Greipel chiude la 6a tappa a piedi, con la bici in spalla

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53