Un aspetto che a Baku (Azerbaijan) in gara non ha funzionato. Dopo la splendida pole-position realizzata dal monegasco Charles Leclerc, la scuderia di Maranello ha dovuto fare i conti con un rendimento delle gomme molto problematico e l’aver subito i sorpassi di Aston Martin e di AlphaTauri non è stato particolarmente gradito.
A Baku, nonostante la pole di Charles, sapevamo che Red Bull ed Hamilton sarebbero andati davanti. Se c’è della frustrazione, deriva dall’aver perso la posizione rispetto a Gasly nel primo pit-stop e su Vettel alla ripartenza dopo la Safety Car. È stata una delusione perché il nostro passo in gara non era così malvagio, peccato aver perso punti preziosi“, ha sottolineato il direttore sportivo Laurent Mekies (fonte: AutoHebdo).
Mekies ha aggiunto: “In uno scenario di sviluppo molto ridotto, siamo preparati a dover giocare su quest’equazione per tutto l’anno, con piste sulle quali andremo all’attacco e altre dove giocheremo sulla difensiva. Non vuol dire certo che molleremo. Stiamo provando a ottimizzare ciò che abbiamo a disposizione, capire perché la macchina sembra essere più a proprio agio nelle curve lente rispetto a quelle più veloci, per ricavare un miglior bilanciamento di altre caratteristiche su circuiti diversi. Quanto alla power unit, ci sono cose che spero accadranno a fine anno“.
GP Francia
GP di Francia 2021 in Diretta tv e Live-Streaming
14/06/2021 A 13:58
Il target sarà dunque quello di tirar fuori il meglio possibile dalla SF21, consapevoli che buona parte delle risorse saranno riservate al progetto del campionato 2022.

Ferrari, Mercedes, Red Bull: le macchine del Mondiale F1 2021

Formula 1
Danni limitati per la Red Bull di Verstappen, nessun problema al telaio
11/06/2021 A 12:00
Formula 1
Mercedes sotto pressione. Wolff: “Possiamo vincere le ultime cinque gare”
21 ORE FA