Un confronto ormai anche fuori dalla pista. È successo, sta succedendo e continuerà a succedere che quando c’è un confronto così serrato si vada anche oltre gli aspetti meramente agonistici/sportivi. In Formula 1 ne abbiamo diversi di esempi e in quanto regolamenti violati o interpretati si potrebbero scrivere più romanzi. L’ultimo episodio, in questo senso, riguarda la potenza del motore Honda di Red Bull. Le prestazioni dell’unità della RB16B sono diventate già da un po’ oggetto di interesse di Mercedes che dubita del rispetto dei regolamenti che impongono la mancanza di aggiornamenti dal punto di vista prestazionale.

"È evidente che la Red Bull abbia lavorato sul motore"

"Personalmente non ricordo quando abbiamo portato il nostro ultimo aggiornamento, ma ricordo bene tutti quelli di Red Bull. Mi pare evidente che a Milton Keynes abbiano lavorato sul motore. Questo li ha portati a dominare“, le parole del britannico Lewis Hamilton, concorrente diretto dell’olandese Max Verstappen (Red Bull). Da par suo il Team Principal della Red Bull Christian Horner ha difeso la propria posizione asserendo che i miglioramenti del propulsore sono dovuti al nuovo olio ExxonMobil. Vedremo, a questo punto, la FIA che cosa deciderà di fare.
GP Styria
Verstappen ora sa stravincere; Ferrari, guai accontentarsi
28/06/2021 A 09:09

Hamilton: "Continuiamo a combattere contro il razzismo"

GP Styria
Leclerc: "Grande macchina, bel lavoro sul passo gara"
27/06/2021 A 17:20
GP Styria
Pagelle: Verstappen perfetto, qual è la vera Ferrari?
27/06/2021 A 16:43