La Formula 1 continua il percorso verso la sostenibilità che porterà il campionato alle emissioni zero nel 2030. La Fia ha approvato oggi i regolamenti legati alle power unit in vigore dal 2026, una vera e propria rivoluzione che dovrebbe aiutare l'ingresso di nuovi marchi nel mondiale.

Carburanti sintetici e più importanza all'elettrico

I nuovi motori manterranno le performance degli attuali propulsori con una potenza intorno ai 1000 cavalli. Le modifiche più sostanziali riguardano i carburanti che saranno completamente sostenibili e non deriveranno da fonti fossili. La componente elettrica contribuirà per almeno il 50% alla propulsione totale, circa il triplo rispetto a quello garantito al momento.
Formula 1
Red Bull nei guai? Avrebbe sforato il Budget Cap nel Mondiale 2021
3 ORE FA

Vetture più difficili da guidare

L'eliminazione dell'MGU-H potrebbe fare ricomparire il fenomeno del turbo lag che condiziona il comportamento della vettura in fase di accelerazione. Maccine quindi meno prevedibili per i piloti e maggiore spettacolo per gli spettatori.
Il presidente della federazione Ben Sulayem ha voluto ribadire che le novità sviluppate in Formula 1 possono essere trasferite nelle vetture stradali: "L'introduzione di PU avanzate insieme a carburanti sintetici sostenibili è in linea con il nostro obiettivo di offrire dei vantaggi che verranno trasferiti agli utenti delle auto stradali per raggiungere il nostro obiettivo di zero emissioni entro il 2030"

Leclerc: "Scelta gomme hard, errore che non ho capito. Perché?"

GP Singapore
🏎️ Singapore per tornare a vincere ma la direttiva 039 azzoppa la Ferrari
19 ORE FA
GP Singapore
Verstappen: “Non penso al titolo ma a gara per gara senza fretta”
21 ORE FA