"L’ultimo giro ho urlato e pianto sotto al casco, quello che provo per questo 3° posto è un mix di emozioni incredibile perché questo inverno è successo di tutto, l’impensabile. Siamo arrivati qui pronti, ma non così pronti perché con la testa il pensiero è sempre un po’ di qua e di là. Abbiamo fatto un garone e questo è solo l’inizio. In che cosa manca Fausto Gresini? Nel nostro team era il fulcro. In casa, in pista, lui era il team. L’anno scorso abbiamo costruito questo team, ci siamo sentiti praticamente ogni giorno... Manca tanto".
Nelle parole del post gara di Fabio Di Giannantonio c’è il riassunto di una giornata struggente ma bellissima. Già perché fra le 15.15 e le 18:00 di questa prima domenica di MotoGP in Qatar senza Fausto Gresini, i piloti, i meccanici e le meravigliose persone che gravitano intorno alla Gresini Racing hanno vissuto emozioni, sensazioni che non si possono nemmeno spiegare. Soprattutto, però, hanno saputo rendere fiero il loro boss, colui che sicuramente ha vegliato su Losail e sarà stato orgoglioso e felice dell’operato di tutti i suoi uomini che, pur con la morte nel cuore e un enorme vuoto, ogni giorno lottano e lavorano perché la visione, di uno dei team principal più brillanti ed appassionati che il mondiale abbia mai avuto, continui a togliersi le soddisfazioni che merita in tutte le classi.
Gran Premio del Qatar
GP Qatar, pagelle: Viñales da 10, Rossi e Morbidelli bocciati
28/03/2021 A 19:13

Dal minuto di silenzio al podio di ‘Diggia’

Fausto di certo mi ha accompagnato. Questa gara la desideravo con tutto il cuore [Fabio Di Giannantonio]
Dallo struggente minuto di silenzio in cui tutti gli addetti ai lavori, dai piloti ai meccanici passando per gli organizzatori, si sono raccolti per pregare e ricordare Fausto Gresini, morto di Covid lo scorso 23 febbraio a 60 anni fino al podio strappato con una gara tutto cuore da Fabio Di Giannantonio, uno di quei talenti che Fausto ha scoperto e svezzato, e che ha regalato al team un risultato insperato ma estremamente significativo e che dà un po’ di gioia, morale e fiducia dopo un mese intenso fatto di lacrime, dolore ed incredulità.

Il minuto di silenzio in onore di Fausto Gresini prima dello start delle gare, GP Qatar 2021, MotoGP, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Un terzo posto ottenuto dopo una battaglia esaltante e serrata con Marco Bezzecchi e una splendida rimonta dall’ottava casella in griglia, su una pista dove il romano non aveva mai nemmeno sfiorato la top 5 (miglior piazzamento prima di oggi a Losail, un 6° posto in Moto3 nel 2018, ndr). Un risultato voluto e che è di buon auspicio per una stagione in cui ‘Diggia’, gli altri piloti e tutti gli uomini scelti da Fausto ce la metteranno tutta per rendere il loro titolare. Consapevoli che questo è solo l’inizio.

MotoGP: tutti i team e i piloti del Mondiale 2021

Gran Premio del Qatar
Moto2: vince Lowes, Di Giannantonio 3° posto dedicato a Gresini
28/03/2021 A 16:18
Gran Premio del Qatar
Rossi: "Speravo meglio, non avevo grip", Bagnaia: "Inizio buono"
28/03/2021 A 20:41