E' Jorge Martin il primo pole di questa stagione 2022 della MotoGP. Bravissimo l'alfiere spagnolo del team Pramac, che conferma quanto di buono mostrato nei test invernali, e si candida al ruolo di mina vagante in questa nuova annata.
La pole di Martin nel Gran Premio del Qatar, sotto sotto, non è una vera sorpresa, dato che aveva conquistato la prima piazza anche lo scorso anno qui a Losail. La sorpresa arriva invece pensando alla fatica che ha fatto la Ducati nelle libere di ieri: la moto italiana non aveva brillato nelle prove, ma oggi in qualifica torna a fare la voce grossa.

Jorge Martin esulta per la seconda pole position consecutiva ottenuta sul tracciato austriaco del Red Bull Ring

Credit Foto Getty Images

MotoGP
I 4 motivi per seguire la MotoGP senza Valentino Rossi
02/03/2022 ALLE 14:14
La conferma arriva da una stratosferica seconda posizione di Enea Bastianini e dalla quarta di Jack Miller. La Bestia è super nel portare al limite la Ducati dello scorso anno e finalmente migliora anche al sabato, storico suo tallone d'achille della scorsa stagione. Attenzione a lui e al neonato team Gresini in questa nuova stagione.
In mezzo alle Ducati il solito Marc Maruqez. Il Cabroncito, come sempre, è il migliore a prendere le scie giuste nel Q2 e a fare super parziali nei tratti rettilinei. Così domani partirà in prima fila terzo e, forse, è il candidato numero uno al successo, dato che i primi rivali partono indietro.
Sicuramente delude Pecco Bagnaia, solo nono in griglia. Comunque #GoFree domani può migliorare sfruttando i cavalli della sua Ducati, anche perché in mezzo ci sono Aleix, Pol e Binder, che in gara non sembrano avere il passo dei migliori.
Non benissimo neanche le Suzuki che, dopo aver impressionato nelle libere, non si confermano in qualifica. Mir è ottavo, Rins decimo, davanti alle Yamaha. Sono loro le vere delusioni del sabato: i kilometri che mancano nel rettilineo si fanno sentire e tanto in queste prove ufficiali. Almeno Quartararo ha messo in mostra un grande passo gara e forse potrà rimontare, anche se non sarà facile sorpassare con questo motore.
Per domani, come detto, Marquez e Pecco sono un passo avanti a tutti. Attenzione però a Martin e anche alle Suzuki. Incognita Quartararo. Sarà una gara super emozionante.

Il tabellino

CLASSIFICA: Martin, Bastianini, Marquez, Miller, Aleix, Pol, Binder, Mir, Bagnaia, Rins, Quartararo, Morbidelli
ELIMINATI NEL Q1: Zarco, Oliveira, Bezzecchi, Nakagami, Marini, Alex Marquez, Vinales, Dovizioso, Di Giannantonio, Gardner, Fernandez, Darryn Binder.

La statistica chiave

- FP4 che si scalda soprattutto nel finale. Bene Nakagami e Aleix, anche Quartararo si fa vedere nelle posizioni di testa. Ma alla fine è Johann Zarco a piazzare il miglior tempo, mentre scende il buio a Losail.
- Quartararo ad inizio Q1 prova subito a fare la voce grossa andando in testa. Binder è secondo, bene Zarco terzo, Oliveira, Nakagami e Bezzecchi non sono lontani.
- Nel secondo decisivo tentativo Fabietto fatica e non riesce a migliorare. La KTM di Brad invece vola e va in testa, anche Zarco si migliora e piazza il tempo utile per qualificarsi, ma fa il giro con la bandiera gialla per il crash di Darryn Binder. Fortunato quindi Quartararo che si qualifica insieme a Binder.
- Comincia il Q2 e Marquez prende subito la scia di Mir e vola, soprattuto nel T4. Ma Miller è ancora migliore e va in testa davanti a Pol e a Martin. Quarto il Cabroncito, poi Enea. Bagnaia non è forte nella prima tornata ed è solo settimo, ancora peggio alla Suzuki che non brilla. Quartararo fa il primo giro con gomme usate perché dal Q1 ne ha solo una nuova.
- Nel secondo tentativo Marquez prende la scia di Bagnaia e si riporta in testa, mentre Pecco fatica e non va oltre la terza fila. Davanti migliorano Pol e Aleix, ma soprattutto le Ducati: Mille migliora ma rimane dietro al Cabroncito, mentre Martin e Bastianini volano e conquistano la prima e seconda posizione.

La dichiarazione

Enea BASTIANINI: "Sono contentissimo. Sembra che abbiamo messo a posto la qualifica. Ci mancava il tempo d'attacco, anche se ho sbagliato un po' la penultima curva".

Il momento social

Il migliore

Jorge MARTIN: Tutti si aspettavano Pecco, invece arriva Martin. La Ducati alla fine porta a casa la doppietta davanti e Jorge si conferma a livelli altissimi. Attenzione a lui in questa stagione, potrà veramente togliersi tantissime soddisfazioni.

Il peggiore

Maverick VINALES: I delusi oggi sono tanti. Sicuramente Dovi, anche Alex Marquez è tutt'altro che felice. Ma il peggiore per noi è sicuramente Top Gun, che sembra già sfiduciato, ma soprattutto sembra capirci poco della nuova moto in inserimento curva. E così mentre Aleix vola e brilla in top ten, Maverick annaspa lontano.

Bastianini: "Tuffi? Ero bravo, ma sognavo la moto non i Giochi"

MotoGP
Bagnaia-Ducati avanti insieme, ufficiale il rinnovo fino al 2024
21/02/2022 ALLE 10:04
Gran Premio del Qatar
Le pagelle: Bastianini da 10, Bagnaia non sufficiente
06/03/2022 ALLE 16:45