Nuovo atto del mondiale 2022 della MotoGP. Dopo il caldo quasi estivo di Jerez, si va in Francia per il Gran Premio di Le Mans. I bolidi della MotoGP si daranno battaglia sulla pista francese, parte di quella che ospita la famosa 24 ore. Sarà il Gran Premio di casa per il campione del mondo e leader della generale Fabio Quartararo. El Diablo qui non ha mai vinto, solo un podio lo scorso anno. Quest'anno proverà per la prima volta a vincere, ma naturalmente avrà moltissimi avversari. Gli orari del weekend ve li abbiamo già mostrati qui, ora è tempo di sviscerare i cinque temi più importanti prima del Gran Premio di Francia.

Meteo pazzo a Le Mans: vedremo finalmente una gara asciutta?

MotoGP Le Mans

Credit Foto Eurosport

MotoGP
Nakagami: "In Honda tutto gira attorno a Marquez"
11/05/2022 A 09:58
Partiamo subito parlando delle previsioni meteo. Come spesso accade a Le Mans la pioggia potrà essere protagonista e cadere copiosa sia sabato che domenica. Se sarà veramente così vedremo un venerdì di libere sull'asciutto decisivo per decidere i qualificati diretti al Q2, dato che sabato mattina dovrebbe piovere, e tutte le altre sessioni sotto l'acqua. Negli ultimi due anni abbiamo sempre visto una wet race con la Ducati vincente, prima con Petrucci e poi con Miller. Speriamo che la pioggia possa ancora una volta essere amica alla Desmosedici.

Nuovo atto della lotta tra Pecco e Fabio. Chi la spunterà?

Pecco Bagnaia esulta dopo la vittoria di Jerez mentre si congratula con Fabio Quartararo: i due sono coloro che si giocheranno la vittoria in ogni GP da qui alla fine?

Credit Foto Getty Images

Quindi parliamo della nuova sfida tra Bagnaia e Quartararo. El Diablo arriva nel sul GP di casa forte della leadership nella generale. Poche storie: questo è sicuramente il miglior Quartararo di sempre, perfetto quando ne ha e chirurgico quando in giornata no. Questo è ciò che Pecco e la Ducati devono imparare: GoFree è fortissimo, come la moto 2022, purtroppo però in quest'inizio di stagione i punti persi sono tanti e ora si pagano le conseguenze. L'italiano ha ben 33 lunghezze di ritardo su Fabietto, tanti ma non tantissimi. L'obiettivo per Le Mans può essere quello di guadagnare qualche punto, anche se Quartararo sarà sicuramente forte e alle calcagna. Forse la pioggia potrà aiutare, Pecco però non ha mai stupito il mondo sotto l'acqua.

Fabio Quartararo, i numeri di un mondiale storico

Che Suzuki vedremo a Le Mans?

Joan Mir of Spain

Credit Foto Getty Images

Più di Quartararo e Bagnaia, più di tutto in questi giorni ha tenuto banco la vicenda del saluto della Suzuki alla classe regina. Oggi è arrivato lo stringato comunicato ufficiale e quindi la casa di Hamamatsu non ci sarà nel 2023. Per cui la domanda sorge spontanea: che Suzuki vedremo in Francia? L'umore non sarà certo dei migliori, sia dei piloti ma soprattutto all'interno del box. E' però vero che sono tutti dei professionisti che daranno come sempre il 100%. Il pacchetto moto è al momento ultra competitivo, come i piloti. Si può ancora lottare per qualcosa di importante.
Quando ho saputo la notizia del ritiro, ho iniziato a piangere, molto perché sono qui dal 2017 ed abbiamo lavorato tantissimo per essere a questo livello però ora l'obiettivo è provare a fare la storia, arrivare più in alto possibile con questa moto" [Alex Rins @Sky Sport]

Aleix Espargaro e l'Aprilia possono sognare un altro podio?

Aleix Espargaro impegnato nel GP delle Americhe, Austin, 2022

Credit Foto Getty Images

Diamo per scontato che sia Bagnaia il rivale più accreditato alla sfida con Quartararo, la classifica piloti però al momento recita che alle spalle dei francese c'è il grandioso Aleix. Lo spagnolo sta guidando la Aprilia in maniera egregia, portandola ormai costantemente sul podio. Il morale è alle stelle e quindi è giusto continuare a sfruttare il periodo positivo. In Francia il più vecchio dei fratelli Espargaro potrà fare ancora benissimo, puntando minimo alla top 5.

Bastianini, Marquez e Miller: chi farà meglio dei tre?

Chiudiamo parlando di tre riders che, in un modo o nell'altro, hanno gli occhi puntati addosso. Il primo è la Bestia, che tra Jerez e Portimao non ha brillato. Ormai le aspettative su di lui sono altissime, forse troppo, ma il suo talento è immenso e la GP21 funziona alla grande. Se vuole continuare ad alimentare il progetto titolo deve tornare a stare in alto, almeno sul podio. Il secondo pilota che a Le Mans potrà fare bene è Marc Marquez. Qui lo scorso anno, sfruttando la pioggia, poteva vincere con grande vantaggio ma è finito nella sabbia. Se dovesse piovere anche questo weekend potrebbe essere l'assoluto favorito per il Gran Premio. L'acqua piace tanto anche a Jack Miller, che qui infatti vinse lo scorso anno sfruttando il meteo. Attenzione a lui per la domenica. Chi farà meglio dei tre?

Bastianini: "Tuffi? Ero bravo, ma sognavo la moto non i Giochi"

MotoGP
Marquez: "Vale la pena rischiare ancora? Per il titolo sì"
09/05/2022 A 15:54
MotoGP
Dorna avvisa Suzuki: "Addio a fine 2022? Non può decidere da sola"
03/05/2022 A 12:24