Franco MORBIDELLI Voto 10: Gara stellare, più complessa rispetto ad Aragon 2. Morbido sembrava essersene andato, capace di vincere in solitaria. Ma nel finale invece è impiccato e fatica sulle gomme. Ma con le unghie e con i denti resiste agli attacchi di Miller e conquista la terza vittoria stagionale. E sono tre in questo 2020, esattamente come Fabio Quartararo. Tema fondamentale quello del compagno di squadra, osannato dalla critica e dagli addetti ai lavori come l'anti Marquez, il futuro di questa categoria. Ma Franco Morbidelli, con una moto più vecchia rispetto a quella del compagno di squadra e con meno supporto dalla Yamaha, coglie lo stesso numero di successi del francese e, meritatamente, ora è davanti al Diablo nella generale.

Gran Premio di Valencia
Morbidelli trionfa a Valencia, Joan Mir campione del mondo!
15/11/2020 A 13:45

Jack MILLER Voto 9 e mezzo: Non vince ed è sconfitto, per questo non merita il dieci. Ma l'australiano è autore di una gara epica, mai domo. All'inizio tiene botta, a distanza dal Morbido. Nella seconda parte della corsa recupera decimo dopo decimo e riesce a ricucire il gap. All'ultima tornata attacca Frenkie in tutti i modi, ma il sorpasso non riesce. Comunque gara stupenda, su una Ducati che tra le sue mani non sembrava in difficoltà.

Pol ESPARGARO Voto 8: Ormai fa collezione di terzi posti. Siamo a cinque in questa stagione, il secondo consecutivo. Valencia gli porta bene. Settimana scorsa era dietro alle Suzuki, stavolta la gara è più veloce, le Suzuki sono dietro ma lui invece è sempre li. Ringrazia lo sciagurato Nakagami per il regalo e si gode un podio veramente notevole. Comunque dati alla mano è il miglior rider delle gare back to back.

Alex RINS Voto 6 e mezzo: Poco più della sufficienza, nient'altro per Alex che chiude quarto ma lontanissimo dal podio. Settimana scorsa aveva dominato per lunghi tratti la corsa, questa volta proprio non ne ha. Passo indietro.

Andrea DOVIZIOSO Voto 5 e mezzo: Che dire: ci prova ma più dell'ottavo posto non arriva. E' davanti a Bagnaia e Petrucci, ma con quella moto Miller fa faville, lui invece non riesce neanche ad attaccare Mir che guidava estremamente tranquillo. Ora il mondiale è chiuso, c'è solo da salutare al meglio questa categoria. Speriamo che a Portimao possa esserci una degna chiusura di stagione.

Joan MIR Voto 6: Voto naturalmente sulla gara, non sul mondiale. Oggi non c'è bisogno della rimonta, è inutile rischiare. Con Quartararo fuori subito, Zarco e Nakagami a terra che gli regalano due posizioni, decide di rimanere lontano dai guai e portare la moto al traguardo. Scelta saggia e il mondiale arriva.

Chi è Mir, il nuovo campione del mondo della MotoGP

Takaaki NAKAGAMI Voto 5: Attenzione che questo rider inizia ad essere il campione delle occasioni perse. E' veloce, ha talento, ma sul più bello crolla sempre. Ad Aragon era finito a terra dopo la pole, qui fa una gara super, ma nel sorpasso su Pol gli si chiude la vena e finisce ancora a terra. Un vero peccato.

Valentino ROSSI Voto 4: Molto male. La partenza è anche discreta, però si ritrova invischiato nella lotta con Bagnaia e perde terreno. Poi si fa addirittura superare da Cal Crutchlow. Alla fine arriva davanti a Honda, ma 12mo all'arrivo è abbastanza triste. C'è da lavorare comunque su una Yamaha tutt'altro che a posto, anche se Morbidelli domina con quel mezzo.

Maverick VINALES Voto 5: Gara anonima e incolore. Almeno è in top ten per il rotto della cuffia.

Fabio QUARTARARO Voto 3: Weekend difficile all'interno di un finale di stagione veramente complicato. Poco da salvare a Valencia, ci ha capito veramente poco. Oggi parte male e va lunghissimo in curva 2. Poi prova a recuperare e finisce a terra, alzando bandiera bianca per il mondiale.

Valentino Rossi, verso l'infinito e oltre: la leggenda sempre sul podio da 25 anni

Gran Premio di Valencia
Moto2: vince Martin, Bezzecchi 3°. Bastianini in testa al mondiale
15/11/2020 A 12:41
Gran Premio di Valencia
Moto3, Arbolino vince a Valencia e riapre il Mondiale
15/11/2020 A 11:02