Una storia emozionante, a lieto fine e con un personaggio rimasto nella memoria di tutti: tutto è iniziato il 2 novembre, quando un brutto incidente stava per togliere la vita a Marco Sias, ragazzo di vent'anni della Sardegna; Marco entra in coma e ci rimarrà fino al 19 novembre, come ha scritto l'Unione Sarda. In questi interminabili giorni di sonno profondo, il giovane ha riferito che aveva un tifoso speciale a dargli forza: "Ero in una sinagoga e dentro c’era la sua moto, con davanti impresso il numero 58. Poi è arrivato lui, Marco Simoncelli: aveva i riccioli color oro, un cerotto sul naso e mi diceva queste parole: ‘Tranquillo, da questo incubo ti stai per svegliare’. Di lì a poco, ho aperto gli occhi".

LE PAROLE DELLA FAMIGLIA

MotoGP
10 anni senza Marco Simoncelli! Il campione puro diventato mito
23/10/2021 A 06:05
Indescrivibile l'emozione di mamma Giuliana Orru e papà Massimo che non possono che credere al sogno del figlio, ringraziando nel loro cuore il motociclista: "Il nostro è un ragazzo tranquillissimo e miracolato, che non ha mai apprezzato né fatto così tanto sport. Non ha mai seguito una gara di MotoGP, ecco perché ci sentiamo di credergli".

Grazie Valentino, il campione infinito che ha segnato un'epoca

MotoGP
10 anni senza Marco Simoncelli! Il campione puro diventato mito
23/10/2021 A 06:05
MotoGP
Kate ricorda il Sic: "Mi mancava un pezzo di esistenza"
21/10/2021 A 09:46