Ce l’abbiamo noi la regina del mezzofondo della piscina in Europa. Simona Quadarella si è concessa il bis nella vasca della Duna Arena di Budapest (Ungheria) e, dopo il trionfo degli 800 stile libero, è arrivato quello dei 1500 sl in questa edizione 2021 degli Europei di nuoto in corsia.
Una vittoria da donna in fuga fin dalle prime bracciate. Insostenibile il ritmo impresso alla gara dalla romana che ha fatto capire alle rivali che oggi c’era poco da fare. Nella specialità valsale il titolo mondiale a Gwangju (Corea del Sud) due anni fa, Quadarella ha trovato quelle conferme che cercava in un periodo particolare. L’azzurra, infatti, sta lavorando in prospettiva olimpica e pertanto non c’è alcuna finalizzazione nella rassegna nelle acque magiare. Per questo motivo il riscontro di 15’53″59 è significativo perché va a migliorare il suo tempo ottenuto a Riccione nel corso degli Assoluti primaverili (15’57″03) ed è una risposta a se stessa sulle sue ambizioni.
Europei di Nuoto
Quadarella: "Bellissimo riconfermarsi, mi viene da piangere"
21/05/2021 A 16:53

La gara

Una gara precisa e regolare su un ritmo da 31″6/7 ogni vasca con un passaggio ai 400 metri da 4’11″33 e agli 800 da 8’25″67. E’ chiaro che, senza il pungolo di un’avversaria vicino, l’azzurra non ha espresso il 100% delle sue possibilità, ma per il momento va bene così. Alle sue spalle si sono classificate la russa Anastasia Kirpichnikova (16’01″06) e una combattiva Martina Rita Caramignoli (16’05″81), che ha saputo resistere agli assalti delle rivali in vasca, conquistando un bronzo prestigioso visto il momento di forma.
Europei di Nuoto
Europei: Pilato e Quadarella da 10 in pagella
24/05/2021 A 09:10
Europei di Nuoto
Simona Quadarella senza limiti: oro anche nei 400 sl
23/05/2021 A 17:21