Il sabato sera ci regala due anticipi del 2° turno di Superlega e tanto spettacolo a 360°. La Gioiella Prisma Taranto espugna il Pala De Andrè con un netto 3-0 (18-25; 22-25; 19-25), regolando una Consar RCM Ravenna a cui non bastano i 17 punti di Niels Klapwijk e il gran lavoro in ricezione di Riccardo Goi. La squadra di Vincenzo Di Pinto gioca un'ottima partita, dando dimostrazione di coralità e chiarezza, in termini di idee pallavolistiche; l'allenatore pugliese si conferma uno dei migliori del lotto, riuscendo a far overperformare quasi tutti i giocatori che finiscono sotto la sua guida tecnica. 2° k.o. consecutivo, invece, per la Ravenna di Leondino Giombini, squadra che deve ancora trovare il giusto assetto e che proverà a rifarsi nel prossimo week-end, sul campo della Kioene Padova. La formazione di Jacopo Cuttini vorrà però dare continuità al successo ottenuto stasera. Nell'1-3 (22-25; 22-25; 25-19; 22-25) con cui Padova è uscita dal Palasport di Cisterna di Latina, c'è tutto il collettivo Kioene, capace di impensierire la Lube nell'esordio in questa Superlega la scorsa domenica.
Ravenna cerca molto la ricezione di João Rafael, nuovo innesto di Taranto e schiacciatore brasiliano con tanta esperienza, il quale risponde col 70% di positività, vanificando così tanti dei turni in battuta (che comunque generano 2 soli ace per i padroni di casa su 60 tentativi e a fronte di 13 errori). A sparigliare le carte in tavola ci pensa però il muro tarantino, che sia individuale o a tre: 10 muri-punto, contro l'unico di Ravenna, messo a segno da Nicola Candeli. Al resto ci pensano i 14 punti di Luigi Randazzo. Lo schiacciatore azzurro - bronzo alla World League 2014 di Firenze - converte il 52% dei palloni che Marco Falaschi gli affida, risultando uno dei migliori marcatori in una pratica che Taranto archivia in soli 97'. Padova soffre invece molto in ricezione nel successo 3-1 contro Cisterna di Latina, trovando solo il 47% di positività, ma compensando bene dai 9 metri (26 errori, tanti, ma anche 8 ace) e nel fondamentale a rete (9 muri-punto). Eric Loeppky è il miglior realizzatore della Kioene, con 17 punti, seguito a ruota dai 14 di Mattia Bottolo (50% in attacco, su 28 palloni giocati e a fronte di 1 solo errore). Alla squadra di coach Soli non bastano così i 22 punti (col 54%) dello schiacciatore canadese Stephen Maar. Tommaso Rinaldi, giovane stella azzurra e uno dei prospetti più interessanti di questa Superlega, si ferma invece a 7 punti, col 31% in attacco e anche 4 muri incassati (su 22 tentativi).
SuperLega
Milano e Monza, tie-break vincenti con Ravenna e Vibo
28/11/2021 A 11:53

Lupo e Nicolai, che numero! La reazione dei commentatori

SuperLega
Modena impone il 1° stop a Perugia, ok Lube e Itas
25/11/2021 A 11:51
SuperLega
Filippo Lanza trascina Cisterna al 3-2 su Milano
23/11/2021 A 22:50