Si sono appena conclusi a Parigi i sorteggi per la Coppa del Mondo di rugby che si disputerà proprio in Francia nel 2023. Un sorteggio arrivato in un momento particolare, dopo un anno difficile a causa del Covid-19 e che ha obbligato gli organizzatori a definire le fasce di merito in base ai risultati alla fine del 2019, con il ranking mondiale diverso da quello di oggi. Così, per esempio, il Galles che nel 2020 ha visto una forte involuzione era ancora nella prima fascia di merito, mentre la Francia, che ha chiuso al secondo posto sia il Sei Nazioni sia l’Autumn Nations Cup, era nel secondo gruppo. A quasi tre anni dall’appuntamento iridato le cose potranno cambiare molto, con i favoriti di oggi che potrebbero entrare in crisi e possibili outsider nel 2020 che si trasformeranno in favoriti nel 2023. Vediamo, dunque, come è andata, quali sono gli accoppiamenti e contro chi giocherà l’Italia. Ricordando, però, che a oggi sono solo 12 le Nazioni già qualificate e che per gli altri otto nomi dovremo aspettare i tornei di qualificazione regionali.
La prima sentenza è stata l’assegnazione della Francia nel Gruppo A, poi si è partiti assegnando i gironi partendo dalla quinta fascia. Così, il Gruppo A ha visto venir pescati Africa 1 (probabilmente Namibia), America 1 (probabilmente USA), l’Italia, come detto la Francia, e la Nuova Zelanda; il Gruppo B ha visto venir pescati Europa 2 (probabilmente Romania), Asia/Pacifico 1 (probabilmente Samoa), Scozia, Irlanda e Sud Africa; il Gruppo C ha visto venir pescati l’uscente dall’ultimo torneo di qualificazione, Europa 1 (probabilmente Georgia), Fiji, Australia e Galles; il Gruppo D ha visto venir pescati America 2 (probabilmente Uruguay), Oceania 1 (probabilmente Samoa), Argentina, Giappone e Inghilterra.
In virtù del terzo posto nella fase a gironi della Coppa del Mondo 2019, l'Italia era già qualificata alla prossima rassegna ed era in terza fascia, mentre le altre undici già certe di partecipare erano: il Sudafrica (detentore), l’Inghilterra, la Nuova Zelanda e il Galles, che componevano la prima fascia, l’Australia, l’Irlanda, la Francia (Paese ospitante) e il Giappone, che erano in seconda, la Scozia, l’Argentina e le Fiji, in terza come l'Italia, e che quindi non potevano essere sfidate dagli azzurri.
Autumn Nations Cup
Smith: "Frustrante Italia con 0 vittorie, ma crediamo nel progetto"
05/12/2020 A 23:49

L'Italia resta in partita: meta di Polledri contro l'Inghilterra

RUGBY WORLD CUP 2023: I GIRONI

GIRONE A: Nuova Zelanda, Francia, Italia, Americhe 1, Africa 1
GIRONE B: Sud Africa, Irlanda, Scozia, Asia/Pacifico 1, Europa 2
GIRONE C: Galles, Australia, Fiji, Europa 1, vincitore ripescaggio
GIRONE D: Inghilterra, Giappone, Argentina, Oceania 1, Americhe 2

Italia battuta dall'Inghilterra 5-34, gli highlights

Autumn Nations Cup
Italia, il 2020 si chiude con un ko: 38-18 per il Galles
05/12/2020 A 16:43
Autumn Nations Cup
Italia, la meta di Canna con la Francia tra le migliori della giornata
02/12/2020 A 13:39