Non si ferma più Iga Swiatek. La polacca colleziona il ventisettesimo successo consecutivo e conquista la finale degli Internazionali d’Italia. La numero uno del mondo ha superato in due set la bielorussa Aryna Sabalenka con il punteggio di 6-2 6-1. Rispetto alla finale di Stoccarda, questa volta Swiatek ha concesso addirittura un game in meno a Sabalenka. Semplicemente dominante in questo momento la numero uno del mondo, che non sembra davvero avere rivali sulla terra rossa. Sabalenka paga come sempre i soliti problemi al servizio (appena il 29% dei punti vinti con questo colpo) e 31 errori non forzati; mentre Swiatek ha chiuso con 15 vincenti contro gli otto dell’avversaria.
Il primo set comincia con tre break consecutivi. Sabalenka perde subito a zero il servizio, ma riesce a recuperare immediatamente lo svantaggio. I problemi al servizio proseguono per la bielorussa, che subisce nuovamente il break. Swiatek comincia a macinare il suo gioco e la prima frazione diventa un monologo della polacca. La numero uno del mondo toglie ancora a zero la battuta all’avversaria nel settimo gioco e poi chiude sul 6-2.
Il secondo set si apre con l’immediato break di Swiatek. Sabalenka ha due chance di controbreak nel game successivo, ma non riesce a sfruttarle. Da quel momento la partita praticamente finisce e la numero uno del mondo è implacabile. La polacca ottiene un altro break e vola sul 4-0. Sabalenka ha una minima chance di provare a rientrare nel match, ma spreca malamente la palla break nel sesto game. Finisce 6-1 con l’ennesimo break conquistato da Swiatek.
WTA, Roma
Swiatek fa il bis: rivince gli Internazionali in finale su Jabeur
15/05/2022 A 12:42

Jabeur, altra rimonta impossibile: è in finale

Il tabellone principale di singolare del torneo WTA 1000 Roma 2022 di tennis è proseguito oggi, sabato 14 maggio, con la disputa della seconda semifinale tra Ons Jabeur e la russa Daria Kasatkina: vittoria della tunisina, testa di serie numero 9, in tre set per 6-4 1-6 7-5 in un’ora e 56 minuti. Domani finalissima contro la polacca Iga Swiatek.
Nel primo set si registrano quattro break, due per parte, nei primi cinque giochi, e l’equilibrio perdura poi fino al 4-4. La tunisina trova lo strappo a quindici nel nono gioco, poi annulla due occasioni per il controbreak ed al primo set point chiude il primo parziale sul 6-4 dopo 37 minuti.
La seconda partita viene dominata invece dalla russa, che trova il break a quindici nel secondo game e poi strappa ancora il servizio all’avversaria, questa volta a trenta, nel sesto gioco. Kasatkina si complica un po’ la vita, ma al terzo set point chiude sul 6-1 in 26 minuti.
La frazione decisiva vive di tanti capovolgimenti di fronte: equilibrio fino al 2-2, poi la tunisina rompe gli indugi ed allunga sul 4-2. Kasatkina reagisce, strappa per due volte il servizio all’avversaria e va a servire per il match sul 5-4, ma fallisce un match point e poi subisce il 5-5. Jabeur ai vantaggi del dodicesimo gioco trova il 7-5 dopo 53 minuti.
Le statistiche sottolineano l’equilibrio visto in campo, dato che ciascuna delle due contendenti vince 95 punti. La russa è più cinica, con un 6/9 nel dato relativo alle palle break, contro il 6/15 di Jabeur alla medesima voce. La tunisina viene aiutata dal servizio con 5 ace, mentre la russa commette 6 doppi falli.

Swiatek: "È un sogno essere paragonata ai miei idoli"

WTA, Roma
Out anche Paolini e Bronzetti: niente italiane al 2° turno
10/05/2022 A 11:17
WTA, Roma
Il tabellone femminile: Giorgi debutta con Tomljanovic
06/05/2022 A 19:01