MEDIOLANUM FORUM, ASSAGO - La vittoria che serviva è arrivata. Sofferta, vissuta, lottata, al termine di una partita schizofrenica che cambia padrone per almeno quattro volte. Buon avvio di Milano, sorpasso Zalgiris di pura intensità e corsa, controsorpasso Olimpia a suon di triple (7/8 in un secondo periodo celestiale da 31-15) che dà l'abbrivio al +20 toccato alla metà del terzo quarto (62-42), nuovo rabbioso rientro ospite fino alla parità (77-77) e riallungo decisivo biancorosso, conquistato sfruttando l'esperienza e una difesa che torna finalmente a stringere dopo qualche giro a vuoto. Già, quella stessa difesa che Messina aveva chiesto a gran voce dopo le sconfitte con Valencia e Stella Rossa, ma che ha dovuto faticare tanto, tantissimo, per contenere le accelerazioni brucianti di Lukas Lekavicius (16 punti, 7/9 al tiro) e del teenager-sensation Rokas Jokubaitis (15), devastanti nel rompere in continuazione la prima linea per forgiare, assieme al duttilissimo Augustine Rubit come centro, la grande rimonta Zalgiris dal -20.

È arrivato il Black Friday su Eurosport! Accedi alla nostra incredibile offerta e goditi tutti gli eventi di basket nel 2021 scontati del 50% sul prezzo annuale!

Serie A
La Reyer ha 7 giocatori, ma giocherà domenica contro Milano
20/11/2020 A 09:46

Sergio Rodriguez spiega: ankle-breaker e tripla a fine primo tempo

Milano torna ad alimentare una classifica ferma da un mese abbondante (l'ultimo successo, tra sconfitte e rinvii vari, risaliva al 16 ottobre contro il Real Madrid), riporta il proprio record in positivo (4-3) e si riaffaccia al margine della zona playoff, nell'attesa di livellare il numero di gare disputate con la diretta concorrenza. Se la difesa punge a sprazzi, risultando decisiva per la costruzione dei parziali vincenti nel secondo e quarto periodo, in realtà è una vittoria che si specchia nella ritrovata efficacia della potenza di fuoco offensiva di una Milano che, risistemati i propri big sul perimetro dopo i lunghi stop per infortuni vari, può tornare a sfoderare una pericolosità nel tiro pesante da élite europea. Il 13/25 finale (52%) risente della scarica devastante del secondo periodo, quando l'Olimpia viaggia a pieni cilindri ricordando quella squadra che, in pre-stagione, rullava tutte le avversarie sommergendole sotto ondate continue di triple.

Gioco a due tra i lunghi? Si può! Spiegano Hines e Brooks

Le notizie più interessanti arrivano da Kevin Punter, ormai pienamente recuperato dopo i rientri un po' stentati con Cantù e Stella Rossa: l'ex-Virtus realizza 22 punti (4/5 da due e 3/4 da tre) ritrovando pieno feeling con il ritmo-partita e con quella fiducia in se stesso (e nel suo tiro) che gli aveva permesso di iniziare la stagione come puro microwave dell'attacco Olimpia. Importante il contributo di Zach LeDay, motivatissimo nell'affrontare la sua ex-squadra (20 punti, 9 dei primi 12 segnati da Milano) ma, parlando di recuperi, è giusto citare anche Malcolm Delaney: dopo tre quarti vissuti a margine della partita e sofferenti in difesa, sfodera esperienza, talento e classe per piazzare una serie di giocate decisive nel finale, compreso quello splendido cameriere appoggiato al vetro che chiude definitivamente i conti. Quella stessa esperienza che mette, anche se in un ruolo diverso, Kyle Hines: nel finale è sia totem difensivo che jolly estratto nei momenti giusti per piazzare un paio di zampate delle sue, di forza e istinto, determinanti per respingere la rimonta Zalgiris.

Malcolm Delaney, cameriere della vittoria sullo Zalgiris

Molto positivo, ma ormai è quasi una consuetudine in questo inizio di stagione, Shavon Shields: 17 punti, 3/4 dall'arco e la solita abnegazione difensiva. Ma a puro livello di energia, è da segnalare anche il recupero sempre più promettente di Jeff Brooks, tornato in versione attiva, concentrata e presente, così soddisfacente da costringere Kaleb Tarczewski a una fugace manciata di minuti.

Milano tornerà in campo in Eurolega giovedì 26 novembre, affrontando la trasferta in Israele contro il Maccabi Tel Aviv (ore 20.05, LIVE-Streaming su Eurosport Player).

AX Armani Exchange Milano-Zalgiris Kaunas 98-92

  • Milano: Delaney 13, Punter 22, Shields 17, LeDay 20, Hines 10; Micov 5, Roll, Rodriguez 9, Tarczewski, Brooks 2. N.e.: Cinciarini, Biligha. All.: Messina.
  • Zalgiris: Walkup 8, Vasturia 8, Grigonis 10, Jankunas 2, Lauvergne 9; Lekavicius 16, Hayes 9, Milaknis, Geben 2, Rubit 13, Jokubaitis 15. N.e.: Lukosiunas. All.: Schiller.

Highlights: Olimpia Milano-Zalgiris Kaunas 98-92

Rivivi AX Armani Exchange Milano-Zalgiris Kaunas in VOD (contenuto Premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

AX Armani Exchange Milano - Zalgiris Kaunas

Commento italiano | Eurolega | 10a giornata

02:15:00

Replica
Eurolega
Infortuni e rinvii: Milano ha perso ritmo e chimica
19/11/2020 A 10:29
Eurolega
Milano battuta 87-79: la maledizione Stella Rossa prosegue
18/11/2020 A 21:44