"A Messi voglio troppo bene per essere arrabbiato con lui, però c'è delusione da entrambe le parti per come è finita. C'era il desiderio di restare, ma anche la pressione dell'offerta che aveva. Sarà ricordato come il miglior giocatore della storia e del Barcellona, e vorrei difendere questa idea. Quando è arrivato il momento speravo che dicesse che avrebbe giocato gratis: lo avrei risarcito dopo aver sanato i conti. Però pensare questo rispetto a quanto prende a Parigi...". Così, nel corso di un'intervista a Rac 1, il presidente del Barcellona Joan Laporta torna a parlare del clamoroso addio dell'argentino, consumatosi la scorsa estate a seguito del trasferimento al Paris Saint Germain.
Il tabellone delle ufficialità | Gli allenatori della Serie A | Le news di calciomercato

Sul mancato ritorno di Neymar

Calciomercato 2020-2021
Pochettino: "Messi un dono, forse è il più forte di sempre"
06/10/2021 A 17:12
"Ci hanno detto che voleva venire, poi ha ceduto alle proposte del PSG. Ci hanno detto che non avrebbe continuato là, invece lo hanno convinto. Non sono rimasto deluso, è la legge del calcio: vince chi fa l'offerta migliore. Va bene così, non ci avrebbe risolto i problemi".

Joan Laporta, presidente del Barcellona

Credit Foto Imago

Su Koeman

"Continuiamo con lui sperando di recuperare gli infortunati".

Sul nuovo stadio

"Sarà un generatore di entrate, il nome sarà legato a uno sponsor per farlo fruttare al massimo. Avrà una capienza di 110mila spettatori. Se l'assemblea ci autorizzerà a ottenere il capitale, i lavori inizieranno la prossima estate. Parliamo di una cifra tra gli 800 e i 900 milioni, cui bisogna aggiungere il palazzetto dello sport e il campus, per un miliardo e mezzo di euro in totale".

"Messi! Messi! Messi", il coro dei giornalisti alla presentazione

Ligue 1
Furti nell'hotel dove alloggia Messi: refurtiva da più di 50mila euro
01/10/2021 A 16:14
Champions League
Dal gol al coccodrillo: Messi ha conquistato Parigi
29/09/2021 A 09:29