Rodrigo Machado, André Gomes e Joao Cancelo dal Benfica. Totale? 60 milioni di euro. Prima ancora Enzo Perez. Poi ci sono Santi Mina dal Celta Vigo per 10 milioni di euro e Nicolas Otamendi, arrivato dal Porto un anno fa per 12 milioni. Ora il prestito di Bakkali dal Psv e, dulcis in fundo, quello del promettente Danilo Barbosa dal Braga, ultimo arrivato soltanto due giorni fa. Continua l’opera Jorge Mendes, il più potente agente di calciatori al mondo. O meglio, è il suo fidato Nuno Espírito Santo, tecnico del Valencia, a proseguire il lavoro del portoghese. Da quando, il 17 maggio 2014, il magnate di Singapore Peter Lim ha acquistato il 70% della società spagnola per 420 milioni di euro, in entrata sono arrivati praticamente solo giocatori della Scuderia Mendes o comunque con potenziali collegamenti alle società del boss del calciomercato.

Dopo il Portogallo, ecco mezza Spagna

Calciomercato 2020-2021
James Rodriguez chiama Milan: disposto a ridursi l'ingaggio
04/08/2021 ALLE 15:31
Una vera espansione quella di Jorge Mendes, che, dopo essersi preso il Portogallo (Porto, Benfica e Braga i suoi feudi principali), ora comincia a dominare quasi totalmente anche il mercato spagnolo. Sì, perché il portoghese aveva iniziato anni fa con l’Atletico Madrid (come raccontato da Pippo Russo e dal collega di Eurosport Spagna Rubén Uría): Hugo Leal, Seitaridis, Maniche, Costinha, Zé Castro, Motta, Simao, Roberto, Miranda, Elías, Emre, Falcao e Diego Costa. Poi l’ex bianconero Tiago, percentuali di Saúl Ñíguez e Óliver Torres e in questa sessione anche un ruolo chiave nell’acquisto di Jackson Martinez.
LEGGI: Porto, Mendes e quei fittizi 700 milioni in 11 anni

Continua la sfida a Doyen

Il tutto senza dimenticare che altri due membri fondamentali dell’impero Mendes sono anche Real Madrid e Deportivo La Coruna. Cristiano Ronaldo, James Rodríguez, Pepe e Coentrao in blanco. E ancora prima Ricardo Carvalho e Di María. Al Depor Gama, Salomao, Hélder Postiga e Pizzi, solo per citare i principali. Insomma, sembra che dietro a quasi tutti i movimenti che riguardano giocatori spagnoli e portoghesi ci sia ormai dietro la Gestifute di Mendes o le società satellite legate a questa. Il “re” della penisola iberica, con coinvolgimenti importanti anche al Monaco e al Chelsea. E in Italia? Sta arrivando anche da noi, sempre per continuare la sua personale battaglia a “suon di fondi” con Doyen. Sono i padroni del calciomercato moderno: riempiono una squadra di loro giocatori e ne gestiscono, con affari continui, torubillon di movimenti e plusvalenze, gran parte delle trattative di mercato.
***
Premier League
Flop Everton, niente 2° posto: 0-1 West Ham con Soucek
01/01/2021 ALLE 14:48
Calcio Internazionale
Da Balotelli ad Adriano: i 14 talenti sprecati del calcio
26/10/2020 ALLE 17:30